Woman

Intervista a Wilma Parmeggiani: ecco perchè le mie borse sono uniche

Emanuela Beretta
20 dicembre 2016

1

Una signora forte dal carattere schietto e deciso: ecco Wilma Parmeggiani, anima dell’azienda. Insieme al marito Franco e ai figli Francesca e Francesco, si occupa dal 1970 della creazione di borse, esemplari unici in pelli pregiate. Paladina del Made in Italy crede  con caparbietà  nell’artigianalità della sua azienda che dirige soprattutto con il cuore ed una passione contagiosa.

cid_5b7578ce-21e8-40be-8ce6-69c0cff1704ehome

Ci racconta la vostra storia?
Mio marito aveva lavorato in un’impresa artigianale che trattava solo coccodrillo,  nel 1970 l’abbiamo rilevata e ci siamo cimentarci in questa avventura. Abbiamo iniziato in un’epoca in cui la produzione e la lavorazione delle pelli pregiate aveva un grosso valore, basato soprattutto sull’ artigianalità del prodotto. Erano momenti in cui il mercato si rivolgeva direttamente alle pelletterie. Oggi vendiamo a negozi di abbigliamento di lusso dove la borsa è l’accessorio da abbinare al look per tendenza e colori.
Io sono l’anima creativa, mio marito coordina le lavoranti, ma l’azienda è nelle mani dei miei figli: Francesca si occupa della comunicazione e dei i clienti, mentre Francesco della gestione.

vivianavolpicella3a1-e1432589874207

Quali sono i segreti di un’azienda di successo come la vostra?
Io guardo e ascolto i miei clienti e scopro tra le righe  le loro esigenze. Certo, seguo anche le tendenze, ma prestare attenzione ai clienti, cercando di accontentare tutti, a seconda dei gusti dei vari Paesi, fa la differenza. Il cammino è sempre impervio, ma penso che questo approccio sia la carta vincente. Negli anni ’70 le borse di coccodrillo erano rigide, strutturate, le tipiche “borse di Milano” che non piacevano ai giovani. Già negli anni ’80 abbiamo smitizzato il coccodrillo creando le shoppers, morbide  e colorate, adatte a una clientela più avant guard, e anticipando ogni trend. Ho sempre voluto osare, continuando a proporre borse insolite, dei veri pezzi da collezione.

rainbow-1

Quali sono le caratteristiche del prodotto Parmeggiani?
Per prima cosa  il servizio al cliente: la personalizzazione ad hoc, l’accurata lavorazione artigianale tutta Made in Italy. Ogni borsa è un pezzo unico, un su misura che fa la differenza e giustifica il prezzo. Anche la qualità delle pelli gioca a nostro favore, e anche se non sono le stesse di 30 anni fa, rimangono sempre di grande pregio. Quando il cliente percepisce questi argomenti ci segue anche in una gratificante fidelizzazione. È anche per questo che abbiamo deciso di aprire uno showroom a Milano dove ricevere i clienti, spiegare e illustrare al meglio le caratteristiche dei nostri prodotti, così unici e particolari.
Sono poi la confezione e la manodopera specializzata a fare la differenza. Anche se purtroppo il nostro mestiere sta scomparendo: è un lavoro di maestria, pazienza e passione, e i giovani non sono interessati ad apprenderlo e continuare questa tradizione.

jjmartin22-e1432584347238

Quanto tempo si impegna nel processare una borsa?
Per ogni borsa, dal taglio alla confezione, ci vogliono minimo due giorni e anche più, dipende dal modello. Ogni lavorante ne produce da 5 a 8 alla settimana: per questo è una produzione di nicchia che non può essere resa industriale. Per arrivare ad assemblare correttamente una borsa occorrono almeno 5/6 anni di tirocinio e di lavoro serio ed accurato, di grande qualità e precisione. Oggi purtroppo non ci sono più scuole che formano questo tipo di artigiani, quindi il praticantato avviene tutto all’interno della nostra azienda.
Nell’arco di un anno vengono prodotte circa 2000 borse, poi cinture e piccola pelletteria.

c

La borsa di coccodrillo è ancora uno status?
La borsa di coccodrillo è un oggetto eterno: non  risente della moda, è un bene che si tramanda da nonna a nipote, anche perché non è riproducibile. E sì, è anche uno status, ma non più come una volta: oggi esistono borse in vitello firmate da griffe famose che hanno dei costi decisamente superiori. Il pellame di coccodrillo, tra l’altro, è il più difficile da lavorare, richiede molte più accortezze e attenzioni nei processi di produzione. Ma è una scelta, una questione di gusti, ecco perché abbiamo deciso di stimolare la nostra clientela con colori e modelli sempre divertenti ed attuali.

Quali sono i vostri progetti futuri?
Aprire contatti con nuovi mercati: la Germania, i Paesi Arabi e Paesi che hanno già apprezzato i nostri manufatti. Vogliamo potenziare  la Russia che continua ad acquistare e amare il nostro marchio e rimane oggi il nostro primo mercato, seguito da Corea, Cina, Europa e Stati Uniti. Tutto questo senza dimenticare la nostra mission: il servizio al cliente, l’artigianalità e il Made in Italy.


Potrebbe interessarti anche