Beauty

Intervista esclusiva a Lina Hussain, make up artist di Abu Dhabi

Barbara Micheletto Spadini
9 novembre 2012

Lina Hussain é una make up artist di fama internazionale, che vanta cinque anni di esperienza, di cui alcuni trascorsi in Canada e alcuni negli Emirati Arabi. Dopo aver acquisito una grande competenza nel settore e aver collaborato a servizi fotografici di riviste importanti, numerose sfilate di moda e produzioni televisive, attualmente lavora come freelance per la TV e realizza con grande passione meravigliosi make up per le spose.
Questa é la sua prima intervista pubblicata in Italia e siamo molto orgogliosi di questa prestigiosa esclusiva.
D: Hai dichiarato che: “la tua missione” é quella di vedere le donne degli Emirati Arabi utilizzare un trucco più leggero e che valorizzi maggiormente la loro bellezza. Che cosa intendi dire?
Per anni, alle donne arabe é stato insegnato che, più il loro make up era pesante, più la sua applicazione era consistente, più era colorato, più loro saranno state belle. Hanno creduto a questa menzogna e la loro idea di trucco era molto vicina a quella di indossare una maschera pur di apparire belle. I loro visi devono essere bianchi, i loro occhi neri e le loro guance disegnate attraverso l’uso del colore. Oggi, questo aspetto non é al passo con i tempi e, francamente, risulta troppo “falso”, artificiale. Il trucco naturale rende le donne molto più belle. La mia missione é quella di mescolare un po’ di oriente e un po’ di occidente al fine di aiutare le donne arabe a valorizzare la loro bellezza naturale attraverso texture, colori e applicazioni leggere. Se una donna, per esempio, ha un incarnato perfetto, non utilizzo un fondotinta coprente, ma un fondotinta liquido o, in alternativa, in polvere. Se ha gli occhi piccoli, applicherei mai il kohl nero, bensì una matita luminosa per ingrandire lo sguardo. E’ solo una tecnica per mettere in risalto le caratteristiche migliori di un viso.

D: Quali sono le differenze tra lo stile arabo e quello europeo?
Negli Emirati Arabi Uniti, utilizziamo il termine “europeo” per descrivere un aspetto naturale come quello delle star di hollywood, che sfilano sul red carpet. Il trucco arabo é sempre focalizzato sugli occhi, con moltissimo kajal nero, ciglia in evidenza, per uno sguardo da gatta.

D: La qualità dei prodotti é molto importante per un make up perfetto, puoi suggerire una lista degli alleati beauty “must have” per le lettrici di Luuk Magazine?
E’ molto difficile dare una lista universale, dal momento che ognuno ha esigenze diverse.
In linea generale, tuttavia, mi sento di consigliare i seguenti prodotti, che ritengo molto validi e affidabili:
cipria: MAC Studio Fix in NC
fondotinta liquido: Make up for Ever in tutte le tonalità del giallo
blush: Guerlain, Dior, Chanel
ombretti: Inglot, MAC, Clinique
pennelli: Smashbox, Bobbi Brown
primer: l’Oréal Studio Secrets
matita occhi: Bourjois
rossetti: Rimmel and Clinique
gel liner e mascara: Maybelline

D: Uno dei tuoi desideri é che le tue spose, le tue modelle, le tue celebrities si riconoscano dopo che le hai truccate. E’ possibile realizzare il make up che realizzi per loro anche da sole, a casa?
Assolutamente no, altrimenti sarei senza lavoro!Il grado di bravura di ogni donna nel realizzare il suo make up dipende da molti fattori: ama il make up? Le piace il suo viso? Sa utilizzare correttamente i pennelli?E’ un’arte e, al tempo stesso, un gioco divertente.

D: Il tuo lavoro é molto stimolante, ma anche molto complicato. Devi essere una make up artist, ma anche una psicologa. Come riesci a conciliare questi due aspetti?
La tua domanda é molto divertente, dal momento che ho studiato psicologia e non ho mai realizzato quanto questa preparazione potesse rivelarsi importante per il mio lavoro attuale. Le mie clienti vengono prima di ogni cosa, mi piace ascoltarle e metterle a proprio agio. Mi capita spesso che siano molto spaventate dall’idea che tocchi il loro viso, per questa ragione mi confronto sempre con ognuna di loro prima di iniziare a truccarle. Inizialmente ergono un muro difensivo e mi ripetono che desiderano un trucco naturale. Io le rassicuro, la parte più importante del mio lavoro é ascoltarle, essere calma e in sintonia con loro.  Una volta che inizio a truccarle, dichiarano che il mio stile é molto leggero, che il risultato é molto naturale e amano il look che ho pensato per loro.

D: Un make up “perfetto” richiede una pelle perfetta, qual é la beauty routine da adottare?
La migliore é quella relativa alla salute: una buona dieta, sport e tanta acqua. Altrettanto importante l’utilizzo di prodotti di ottima qualità: detergente, tonico, crema e un esfoliante ad hoc.

D: La linea Organic Eminence, disponibile solo ad Abu Dhabi, é amata da celebrities come Alicia Silverstone and Madonna. Puoi rivelare qualche altro piccolo segreto delle star alle nostre lettrici?
Un’attrice mi ha suggerito di applicare un rossetto long lasting sopra il rossetto abituale, in modo tale da avere un’ottima idratazione e, al tempo stesso, un risultato che dura a lungo. Un’altra attrice utilizza una cipria molto chiara al posto dell’ombretto per illuminare gli angoli interni degli occhi. Infine, un segreto che probabilmente conoscerete: le celebrities non si truccano ogni giorno, lasciano che la loro pelle, normalmente soffocata dal make up per apparire perfetta davanti alle telecamere, respiri e ritorni ad essere sana e luminosa.

D: La luce é uno degli aspetti fondamentali per realizzare un ottimo make up. Quali tecniche dobbiamo adottare per apparire meravigliose durante l’intera giornata?
Vorrei tanto che esistesse un bottone magico che ci permettesse di essere perfette per l’intera giornata!Un consiglio: applicate il make up vicino a una finestra, con la luce naturale. Negli Emirati Arabi c’è sempre il sole, ecco perché é importante evitare di applicare il trucco con la luce artificiale, tanto più se illumina solo metà del vostro viso. Il miglior consiglio é che il vostro viso sia illuminato in modo uniforme dalla luce naturale.

D: In un redazionale hai dichiarato il contenuto del tuo beauty case: puoi confermarci che cosa contiene veramente?
La mia beauty routine é concentrata sulla salute e sull’aspetto della mia pelle: applico un fondotinta o una cipria, incurvo le mie ciglia e applico il mascara. A volte applico anche la matita per definire i contorni dei miei occhi. Il rossetto é sempre naturale e femminile, amo il nude look o nude-pink.

D: Sei una make up artist molto conosciuta e un’ottima professionista, ci piacerebbe se ci indicassi brevemente i migliori prodotti make up per la carnagione delle donne italiane.
Grazie!La lista che ho fornito prima raggruppa i prodotti migliori per iniziare. Il mio sogno é creare una formula specifica e perfetta per le esigenze di ognuno di noi, ma non è semplice. Ogni persona é unica, ecco perché esistono così tante formule e brand per renderci semplicemente perfette.

Barbara Micheletto Spadini

Photos: © Lina Hussain
Lina Hussain – Make up artist linasmakeup.com


Potrebbe interessarti anche