Lifestyle

Invito a nozze: abiti e accessori senza tralasciare le regole del bon ton

staff
26 luglio 2012

Il giorno delle nozze è un momento memorabile sia per gli sposi sia per gli invitati. Quale abbigliamento e quali accessori sono più consoni all’occasione? L’unica “regola” da seguire è quella del buon gusto e del buon senso.
Gli invitati sono tenuti a vestire con eleganza: le mamme degli sposi seguono le regole del bon ton e dettano lo stile alle altre invitate, le quali sceglieranno un abbigliamento sobrio evitando ridicole esagerazioni. Entrambe si asterranno dal presentarsi in chiesa o in comune in abito bianco – colore per tradizione riservato alla sposa – e, nel caso preferiscano il nero, avranno la grazia di indossarlo con accessori colorati e possibilmente di lusso.


Secondo il Galateo la cerimonia formale diurna richiede un abitino raffinato o un tailleur con gonna dai colori pastello; la cerimonia formale serale, invece, impone un abito da sera lungo e accessori in tono. In ogni caso bando alle scollature, alle minigonne, agli abiti vistosi, a parure di gioielli pacchiane, alle trasparenze, agli occhiali da sole anche in chiesa e ai tacchi troppo alti: se non è abitudine portarli, le cadute, oltre a quelle di stile, sono dietro l’angolo.
Il cappello è senza eccezione un accessorio signorile, ma richiede garbo e personalità; nel caso si decida di indossarlo bisognerà tenerlo per l’intera durata delle nozze facendo attenzione alla scelta della forma e delle decorazioni. Le calze, sinonimo di vera eleganza, sono necessarie, sempre e comunque, mentre nuance pastello sono indicate anche per scarpe e borse. Veto assoluto: manicure e pedicure non curate.

Per gli uomini, infine, abito classico o tight rigorosamente scuro, nella tonalità del grigio o del blu, camicia bianca e cravatta sobria. Scarpe nere lucide, viso ben rasato e cavalleria verso il genere femminile sono note di stile indispensabili.

 

Eleonora Miucci
www.ilgalateodimadameeleonora.com


Potrebbe interessarti anche