Fotografia

Istanti di luoghi: Ferdinando Scianna in mostra allo Spazio Meravigli

Valentina Garola
26 aprile 2017

Roccamena, Palermo, 1963, © Ferdinando Scianna/MagnumPhotos/Contrasto

“Ho sempre pensato che io faccio fotografie perché il mondo è lì, non che il mondo è lì perché io ne faccia fotografie”.

Ferdinando Scianna, fotografo siciliano classe 1943, spiega così il lavoro di una vita; per lui la fotografia è un mestiere, una maniera di vivere, il filtro attraverso il quale entro in relazione con il mondo ed il mondo con me. La ricerca, forse assurda, di istanti di senso, di forma, nel caos della vita. Tentativo di comprendere, di comprendersi”.

Meteora, Grecia, 1984, © Ferdinando Scianna/MagnumPhotos/Contrasto

Fino al 30 Luglio 2017 le sale dello Spazio Forma in via Meravigli a Milano ospiteranno Istanti di luoghi, una mostra a cura di Alessandra Mauro interamente dedicata all’opera di Scianna e accompagnata dal catalogo omonimo edito da Contrasto. Protagoniste della personale, 50 fotografie in bianco e nero dedicate al paesaggio di tutto il mondo che insieme creano un racconto che inizia dalla terra natia del fotografo, la Sicilia, per poi passare alla Costa D’Avorio, alla Val Padana, al Sudamerica, approdando al Centro Europa e alla Russia.

Istanti di luoghi vuole essere un “album di famiglia” di tutta la vita dell’artista: dopo quarant’anni di mestiere e di riflessione sono arrivato alla convinzione che la massima ambizione per una fotografia è di finire in un album di famiglia”.

Bolivia, 1986 © Ferdinando Scianna/MagnumPhotos/Contrasto

L’excursus professionale di Scianna è assai particolare: inizia a circa vent’anni con i primi scatti dedicati alla sua Sicilia, collabora poi con lo scrittore Sciascia e nel 1982, come primo italiano, entra nella prestigiosissima agenzia Magnum fondata da Henri Cartier- Bresson; continua poi con numerosi lavori pubblicando anche diversi libri con Contrasto in mostra allo Spazio Forma. Scianna non si può definire un fotogiornalista, ma nemmeno un ritrattista o un fotografo di moda o un paesaggista, nonostante le fotografie dei paesaggi siano una presenza fissa nella sua carriera: per lui l’importante è raccontare la vita perché, come afferma la scrittrice Isabel Allende, “una bella fotografia racconta una storia, rivela un luogo, un evento, uno stato d’animo, è più potente di pagine e pagine scritte”.

Oltre alle 50 fotografie in mostra è presente una sezione interamente dedicata ai libri di Scianna: Ritratto di un autore in 16 libri pubblicati (e alcuni mai realizzati) che erano il vero obiettivo del suo fotografare.

 

Ferdinando Scianna – Istanti di luoghi
21 aprile – 30 luglio 2017
Via Meravigli 5, Milano
Orari: tutti i giorni 11 – 20; giovedì 12-23; lunedì e martedì chiuso


Potrebbe interessarti anche