Green

Istruzioni per l’uso per una cena improvvisata

Alessandra Buscemi
27 novembre 2015

Cortilia_Biciclette_1

L’inverno è arrivato tardi, ma è arrivato. Ci siamo ormai lasciati alle spalle un autunno mite e sereno e queste ultime settimane, infelicemente costellate di episodi di ingiustificabile violenza e odio, hanno lasciato un segno in tutti noi. Questo è il momento in cui cerchiamo rifugio nelle nostre certezze, nell’amore, nel tempo trascorso bene e con chi amiamo. Riusciamo a vedere più chiaramente la lista delle priorità e a dare valore a ciò che conta davvero. Forse ci concediamo una cena in meno al ristorante, ma adoriamo l’idea di riunire in salotto 25 amici. Correre a fare la spesa, studiare marmellate e bavaresi, cercare la tovaglia di lino perfetta e appendere le lucine di Natale. In fondo siamo qui per questo, per i piccoli momenti di gioia, per le felicità inattese e per tutti i progetti e desideri che nascono ogni giorno.

Volendo godere delle felicità più semplici e approfittando del mood invernale che non invoglia ad uscire ho pensato di fare diversi inviti a cena. In fondo, adoro cucinare. Peccato che visti gli impegni lavorativi non abbia tempo per fare la spesa. Non è stato un problema, anzi. La spesa è arrivata puntuale a casa, e a bordo di una bicicletta. Ho voluto infatti provare il nuovo servizio di spesa a impatto zero di Cortilia, il sito online per l’acquisto di prodotti agroalimentari dagli agricoltori e dagli allevatori locali.

Verza, zucca, patate e topinambur – ingredienti per la mia cena vegana del Thanksgiving – sono state consegnate dai fattorini sportivissimi che si spostano su biciclette speciali, dotate di cassoni coibentati in grado di mantenere una temperatura controllata tra 0° e 4°, ideale per preservare la catena del freddo.

Cortilia_Biciclette_2

Sicuramente è una scelta intelligente e sostenibile dal momento che ogni cassetta consegnata consente infatti di risparmiare circa 1 kg di emissioni di CO2, pur rispettando le stesse tempistiche del tradizionale trasporto su gomma.

Quando la cassetta arriva a casa, mi sembra che la distanza tra il centro di Milano e la campagna si accorci, sento quasi il profumo e l’aria fresca dei prati. Subito dopo, torno alla realtà, e guardando l’orologio mi rendo conto di quanto poco manchi prima che gli ospiti arrivino a cena…Cosi, con molta poca organizzazione e molta improvvisazione, inizio a studiare gli abbinamenti più insoliti tra verdure e ortaggi. Ma questa è un’altra storia, e il risultato è tutto da capire.


Potrebbe interessarti anche