Gossip

Ivanka Trump si dimette: ora è una first daughter

Flaminia Scarpino
13 gennaio 2017

ivanka-and-donald-trump

Dopo ogni elezione di un Presidente americano i riflettori non sono puntati solo sul neo eletto, ma anche sulla sua first lady. Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti, ma questa volta al centro degli interessi mediatici non c’è sua moglie Melania, bensì sua figlia, Ivanka Trump, avuta dal precedente matrimonio con Ivana Zelníčková.

I giornali americani non fanno altro che parlare della first daughter, imprenditrice, moglie e madre, che per il momento sembra aver oscurato la first lady, occupata a New York con il figlio minore Barron.

Ma cosa mormora la stampa sulla figlia trentacinquenne del nuovo Presidente? Sembra proprio che Ivanka si dimetterà da tutti gli incarichi che ricopre all’interno della Trump Organization, venderà le sue azioni nelle aziende di famiglia e lascerà anche la casa di moda che porta il suo nome, le cui entrate lo scorso anno fiscale sono state di 100 milioni di dollari.

161115150624-ivanka-60-min-bracelet-780x439

Secondo i media l’ereditiera avrebbe preso queste decisioni per seguire senza impedimenti il padre e il marito Jader, ormai consigliere senior alla Casa Bianca. Ma c’è di più: le motivazioni sembrano essere anche e soprattutto legate all’insorgere di conflitti di interessi. E del resto, come non pensarlo? Basti pensare alle polemiche che si sono scatenate nelle ultime settimane quando Ivanka ha indossato un bracciale della sua collezione di gioielli – dal valore di 10.800 dollari – in occasione della prima intervista da Presidente degli Stati Uniti di Donald Trump; o, ancora, l’accordo di licenza quasi concluso tra la sua azienda e un rivenditore giapponese mentre si trovava in veste di accompagnatrice del Presidente dal Premier Shinzo Abe.

Troppi conflitti d’interesse non si addicono di certo alla first daughter più in vista nella storia americana.


Potrebbe interessarti anche