Advertisement

JEst: i giovani che sanno costruire il domani

staff
14 luglio 2012

All’interno del panorama universitario veneto, spicca una realtà giovane e dinamica, un ente no profit che, anno dopo anno, entra nel mondo imprenditoriale. JEst – Junior Enterprise, gestita unicamente da studenti universitari, fu fondata nel 1993 da 24  studenti di Ingegneria di Vicenza, distaccamento dell’Università degli Studi di Padova.
L’obiettivo  è quello di integrare e completare la preparazione degli associati con la partecipazione a progetti di studio, ricerche e lavori effettuati con le aziende, la Pubblica Amministrazione del territorio regionale, nazionale ed internazionale.
JEst  ricalca in tutto e per tutto una vera e propria realtà aziendale: ha uno statuto e possiede partita IVA. Ad oggi è composta da circa 50 soci, suddivisi nelle aree funzionali di tesoreria, segreteria, marketing e comunicazione, risorse umane, IT, gestione attività e network nazionale ed internazionale.
L’associazione è guidata da un Consiglio di Amministrazione rinnovato annualmente, coadiuvato da un Advisory Board composto da Alumni, oggi nel mondo del lavoro.
Nelle pause tra una lezione e l’altra i soci si impegnano  nella realizzazione dei numerosi progetti: consulenze per le  imprese vicentine, per gli atenei veneti, i corsi di formazione interni, lo sviluppo di nuove modalità di apprendimento del fare impresa  oggi.
L’associazione è inserita all’interno di un network internazionale che organizza annualmente  incontri in Europa  durante i quali si crea formazione attraverso seminari e workshop con manager provenienti dalle più affermate aziende nel mondo.  Quest’anno è arrivato il primo riconoscimento lo scorso marzo, a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo, JEst ha vinto  il premio “Best Creative and Innovative Project” per  “Start Cup Giovani”, un bando nazionale, promosso dal Ministero della Gioventù per la diffusione della cultura d’impresa fra i giovani.  Il progetto ha un taglio “pratico” con  docenti e professionisti di livello mondiale.  L’innovazione: la competizione finale dove  i team, coadiuvati dagli esperti di Confindustria, hanno elaborato concretamente la propria idea imprenditoriale: un reale business plan.
I team di studenti con le tre migliori idee imprenditoriali hanno ricevuto un premio in denaro: 40.000 euro. JEst  una  realtà concreta  di studio e di  lavoro, culla di quelli che potranno essere i migliori manager di domani; una  testimonianza che  ancora oggi esistono giovani con la voglia di afferrare il proprio futuro e di puntare in alto!

 

Per ulteriori informazioni: www.jest.it e www.startcupgiovani.it

 

Emanuela Beretta