Tentazioni Glassate

Kokeshi mini cake

Francesca Romana Bartoli
8 aprile 2013

Non sono mai stata in Giappone, ma i dolci giapponesi non mi sembrano così invitanti. Non sapendo dove mettere mano, ho iniziato a cercare di capire qualcosa in più sulle tradizioni e sugli oggetti caratteristici di questo Paese. Per puro caso, mi sono ritrovata a sfogliare immagini di pupazzetti deliziosi che mi hanno subito rapito il cuore. Sto parlando delle Kokeshi: sono delle bamboline intagliate nel legno senza braccia e senza gambe, caratterizzate da un busto cilindrico, da una larga testa sferica e con poche linee stilizzate a definire il volto. Agli inizi del Novecento sono diventate così famose che in Russia furono d’ispirazione all’inventore della matrioska… oggi invece hanno ispirato me!

Ingredienti:
Per la base della mini cake del diametro 15 cm:
75 gr di cioccolato fondente
125 gr di burro
200 gr di zucchero
125 ml di latte
50 gr di farina 00
50 gr di farina auto lievitante
50 gr di cacao
1 uovo

Per la farcitura:
125 gr di cioccolato fondente
125 gr di panna

Per la decorazione:
200 gr di pasta di zucchero bianca
100 gr di pasta di zucchero nera
200 gr di pasta di zucchero viola
100 gr di pasta di zucchero rosa
50 gr di pasta marrone
Zucchero a velo

Strumenti:
Matterello
Taglierino
La punta di una sac à poche

Tempo di preparazione: 2 ore + il tempo di raffreddamento.



Procedimento:
Sciogliamo a fuoco basso il burro con lo zucchero e il cioccolato. Amalgamiamo fino a ottenere un composto omogeneo e lasciamo raffreddare per 10 minuti. Uniamo il latte e le uova e infine le farine e il cacao. Continuiamo a mescolare fin quando tutti gli ingredienti si saranno ben legati. Inforniamo in una teglia del diametro di 15 cm a 170° in forno preriscaldato. Mentre la torta cuoce, prepariamo la ganache. Mettiamo a scaldare la panna sul fuoco; quando sarà calda a sufficienza spegniamo il fuoco e aggiungiamo il cioccolato. Mescoliamo con una frusta fino a ottenere un composto liquido. Lasciamo raffreddare in frigo per almeno 3 ore. Terminata la cottura della torta e dopo averla lasciata raffreddare, tagliamo via la cupola antiestetica che si è formata all’estremità e tagliamo a metà la nostra base. A questo punto farciamo e ricopriamo la torta con la crema rimasta. Lasciamo riposare in frigo per almeno 3 ore.

Nel frattempo prepariamo la kokeshi: prendiamo una pallina di pasta viola e ricaviamone una pera. Con una pallina rosa creiamo la testa (io ho rivestito una pallina di carta argentata per rendere il tutto più leggero) e sovrapponiamola a quella viola con l’aiuto di un bastoncino. Con parte della pasta nera andiamo a rivestire metà della testa, cercando di ottenere la forma dei capelli. Con la pasta nera rimasta realizziamo dei piccolissimi cordoncini che utilizzeremo per gli occhi, per la bocca e per evidenziare le forme del kimono. Con il bianco (e con l’aiuto di una piccola punta di una sac à poche) otteniamo dei pois che utilizzeremo per decorare l’abito mentre con la pasta rosa creeremo la cintura. I passaggi sono tanti ma semplicissimi e sono sicura che con l’aiuto delle foto realizzerete delle bamboline bellissime!

Francesca Romana Bartoli

Francesca Romana Bartoli, ingegnere, ha amato da subito lo straordinario mondo del cake design in quanto unisce due ambiti a lei molto cari: l’estetica e i dolci sapori della cucina. Si è specializzata nel settore e oggi tiene settimanalmente corsi di cake design per diffondere la bellezza della nuova frontiera della pasticceria. Nella sua pagina, “Tentazioni glassate” (www.facebook.com/tentazioniglassate), nata tra una decorazione e una glassatura, Francesca condivide idee e mostra le stuzzicanti delizie che escono quotidianamente dal suo forno.


Potrebbe interessarti anche