Musica

La bottega del barbiere: otto spettacoli già sold out

staff
21 novembre 2011


Otto spettacoli già sold out (per un totale di 1800 spettatori!) per la prima produzione destinata alle scuole per l’anno accademico 2011/2012, in programma al Maggio Musicale Fiorentino presso il Teatro Goldoni di Firenze, in collaborazione con Venti Lucenti. “La bottega del barbiere” si preannuncia una pregiata riduzione, un po’ rivoluzionaria, del capolavoro del teatro lirico “Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini titolo che, a distanza di pochi giorni, apparirà nel cartellone “serio” del Teatro Comunale (29 novembre – 6 dicembre 2011). Due produzioni dunque, quella per i ragazzi e quella per gli adulti, incatenate l’una di seguito all’altra.
Una bottega, una strana, suggestiva bottega di barbiere; un barbiere, Figaro, imbroglione e stravagante; bizzarre trasformazioni e inganni dentro a una fiaba che narra di un vecchio tutore astuto e diabolicamente che, pur di sposare la sua pupilla ed intascarne la dote, viene travolto dagli stratagemmi rocamboleschi, dettati dall’amore del Conte d’Almaviva e dall’astuzia di Figaro.
“La più bella opera buffa che esista”, la definì Giuseppe Verdi, un titolo che deve la sua notorietà a strepitosi momenti, divenuti celebri, caratterizzati da sagacia, ironia, brio e virtuosismo canoro e compositivo.
L’opera ha un ritmo teatrale travolgente affidato a suggestioni che non si fermano mai, ed è dotata di un intrigante intreccio drammaturgico, che viene sviluppato anche attraverso l’utilizzo deglio attori. La messa in scena dei momenti salienti della storia, cantati da professionisti, vede dunque l’innesto di scene narrate e recitate per rendere ancora più coinvolgente la partecipazione del pubblico.
In un clima tipico dell’intrigo borghese (lui ama lei, promessa ad un altro) i personaggi sono caratterizzati come vere e proprie figure della commedia dell’arte, o meglio come meccanismi di un orologio comico che sta sempre per esplodere. Sì percepisce inoltre la presenza della maniera del “teatro all’improvviso”, il guizzo, la trovata repentina e funambolica, l’ironia e la crudeltà, le allusioni e la schiettezza e la magia che acuiscono i nostri sensi e li rendono attenti e disponibili a partecipare alla messa in scena di un’opera lirica, all’ascolto della prodigiosa musica di Rossini.
Così viene descritta accuratamente, noi aspettiamo solo il momento di andare a teatro e goderci l’intensità dello spettacolo.

 

Marcella Di Garbo


PROGETTO: Daniele Bacci
REGIA E SCRITTURA SCENICA: Manu Lalli
ELABORAZIONE MUSICALE, DIREZIONE E PIANOFORTE: M° Claudia Gori
CANTANTI: Giorgio Gatti, Alvaro Lozzano, Eva Mabellini, Francesco Marsiglia
ATTORI: Michele Monasta, Niccolò Franchi, Costanza Degani, Cecilia Russo


Potrebbe interessarti anche