Fashion

La cravatta regimental

staff
9 gennaio 2013

Mi è più volte capitato, come penso anche a molti di voi, di entrare in un negozio per acquistare una cravatta a righe che trovavo piacevole e sentirmi dire: “le prendo quella cravatta regimental”, scoprendo  che molte commesse considerano regimental tutte le cravatte a righe.
Sarà opportuno codificare  questa generalizzazione che può fuorviare chi desidera possedere una cravatta a righe che niente ha a che vedere con una regimental.

Anzitutto esistono due grandi famiglie distinguibili in base ai motivi presenti sulle cravatte: “Classiche e  Fantasia”. Le prime si dividono in cinque sottogruppi con dei disegni geometrici  “all over”, cioè ripetuti più volte sulla sua superficie, con delle righe, dei pois, dei disegni tartan e dei disegni cachemire. Le seconde, invece, si dividono in due sottogruppi con disegni relativi allo sport, e motivi animali o floreali.
Per la categoria rigate troviamo le “Titan” una sola riga posta sotto il nodo, quando le righe si collocano sulla superficie della cravatta con una sequenza regolare in uno o più colori, abbiamo le cravatte con motivi “a Nastro”, mentre le “Mogador” presentano una striscia larga intervallata da altre due più strette.

Quando sulla cravatta compaiono delle righe in orizzontale o verticale, queste prendono il nome di “Araldiche”, perché ricordano gli antichi blasoni nobiliari. Se la cravatta ha delle righe di uguale dimensione, ma dai colori contrastanti, si  definisce “Bengala”, perché ricordano il mantello della tigre. Infine, quando i colori delle righe presentano diverse sfumature dello stesso colore, vengono codificate come “Ambrate”.
All’interno di questi  motivi si collocano le cravatte Regimental, o club, che potranno avere motivi Mogador, a Nastro, Bengala, ma solo se riferiti  ai colori dei Reggimenti Inglesi, dei club sportivi o dei differenti College. Indossarle in territorio Britannico, dunque, sarebbe sconsigliabile, considerato il rischio di incontrare chi appartiene a questi circoli  tanto esclusivi e creare un certo imbarazzo.
Qui di seguito riportiamo alcune delle cravatte Regimental con la collocazione del reggimento o del  club di appartenenza.

Le righe sulle cravatte Europee scendono da destra a sinistra, quelle Americane nel verso opposto, perché i creatori di queste ultime si erano appassionati alle Regimental inglesi che, per indossarle senza creare imbarazzo, le hanno confezionate ricorrendo ai tessuti originali inglesi, invertendo il senso delle righe, realizzando  così cravatte non Regimental dalle  righe  e tessuti originali.
Questa lavorazione è stata ideata da un americano intraprendente, il signor Abbott, la cui intuizione ha permesso a milioni di persone di indossare senza timore cravatte esclusive, che hanno caratterizzato il cinema americano che si distingue proprio da questo piccolo particolare, da quello europeo.

Domenico De Rosa


Potrebbe interessarti anche