Advertisement
Fotografia

La crisi in vacanza con Angelo Ferrillo

Alberto Pelucco
29 maggio 2014

ANGELO_FERRILLO_CAMPING-3

Dimenticate i campeggi in riva al lago, le roulotte e i camper in salubri boschi. Nella sua ultima mostra dal titolo “Camping+France” il fotografo napoletano Angelo Ferrillo offre un originale ritratto a 360° degli effetti sociali ed economici della presente crisi. Nei dintorni di Avignone, camping e località prima adibiti alle ferie sono diventati residenza per coloro che, complice la crisi, una casa non l’han più.

Non a caso, protagoniste degli scatti sono roulotte e caravan, qui immortalate in boschi, aree di sosta, oppure anche piscine, ormai cadute in disuso o in stato di abbandono, che perdono il loro significato originario, al punto da non trovare più una collocazione spazio-temporale.

Causa la quasi completa assenza degli abitanti, le immagini sono ambientate in un’atmosfera fuori dal tempo e dallo spazio.

ANGELO_FERRILLO_CAMPING-10

Emblematica è l’immagine delle due roulotte, una appesantita da una tenda. L’interesse dell’artista è tutto per le strutture, mentre la presenza umana è soltanto suggerita da una sedia bianca, posta enfaticamente quasi al centro della composizione, dalla bicicletta alle spalle della roulotte di destra e altri oggetti di uso comune distribuiti qua e là.

Suggestivo è anche la scatto che ritrae una piscina. Tra le strutture più apprezzate dagli avventori negli assolati pomeriggi d’estate, la struttura è qui proposta in un clima atmosferico tutt’altro che estivo, come suggeriscono il plumbeo cielo e gli alberi spogli. Ancora una volta, la presenza di una panchina vuota sul fondo accentua paradossalmente l’atmosfera di solitudine che avvolge la scena.

Da notare la recinzione, che, secondo il fotografo Lee Friedlander, è, come cartelli e insegne, un elemento indispensabile per catturare la vita moderna in tutti i suoi aspetti.

ANGELO_FERRILLO_CAMPING-18

Ma le influenze non si fermano qui: i lavori di Ferrillo riflettono l’interesse per la fotografia sociale di Robert Frank, l’abilità di cogliere l’attimo di Gary Winogrand e la mancata progettazione del soggetto, marchio di fabbrica del grande Henri Cartier-Bresson.

Insomma, una mostra che si configura da un lato come una sorta di storia della fotografia e dall’altro come uno specchio della situazione storico-sociale che stiamo vivendo, in linea con la poetica del fotografo napoletano, che costruisce le proprie storie affidandosi alla potenza espressiva della street photography.

Alberto Pelucco

“Camping+France: quando un luogo di vacanza diventa uno stile di vita”
di Angelo Ferrillo
Dal 27 maggio al 12 giugno 2014
I Palazzi della Fotografia.
Palazzo Giureconsulti – Sala Esposizioni. Piazza Mercanti 2, 20123 Milano
Orari: Lunedì – venerdì dalle 8,30 alle 18,00
Informazioni:
Web: www.palazzogiureconsulti.it
Mail: infogiureconsulti@mi.camcom.it
Tel. 02.8515.5873

Ingresso Libero

Ti è piaciuto questo articolo? Potrebbero interessarti anche:
www.luukmagazine.com/it/con-angelo-ferrillo-sulle-orme-dei-leoni-delle-fiandre
www.luukmagazine.com/it/henri-cartier-bresson-lo-sguardo-del-secolo


Potrebbe interessarti anche