Musica

La Filarmonica della Scala compie 30 anni

staff
31 ottobre 2011


Quest’anno Milano festeggia un importante anniversario. Trent’anni anni fa, infatti, Claudio Abbado fondava una delle orchestre destinate a diventare il fiore all’occhiello della musica sinfonica italiana e internazionale. Stiamo parlando dell’Orchestra Filarmonica della Scala.
L’obiettivo, raggiunto con successo, era quello di trasformare la formazione da organico prevalentementre operistico a orchestra sinfonica di respiro internazionale. Da allora, la Filarmonica è diventata un’entità autonoma dal teatro alla Scala e realizza ogni anno una propria stagione di concerti in Italia e all’estero. In questi 30 anni, sotto la direzione dei maggiori direttori sulla scena mondiale – Carlo Maria Giulini, George Prètre, Lorin Maazel, per fare alcuni nomi – la Filarmonica ha intrapreso numerose tournées all’estero, per un totale di oltre 800 concerti.
L’impegno di Abbado è stato fin dall’inizio rivolto alla riscoperta di repertori e compositori dimenticati o addirittura mai eseguiti in Italia. La Filarmonica è quindi stata fin da subito lo strumento e al tempo stesso la protagonista di un’ operazione di “internazionalizzazione” del cartellone scaligero. La politica cultural-musicale di Abbado ha permesso anche di inaugurare il ciclo di “Concerti per studenti e lavoratori”, iniziativa volta a avvicinare alla grande musica e alle attività del teatro le classi meno abbienti. Questa linea di pensiero si è protratta per i trent’anni di attività dell’orchestra, anche grazie alla direzione artistica di Riccardo Muti dal 1987 al 2005, ed è giunta fino ai giorni nostri. Per la stagione 2011-2012, la Filarmonica prevede un ciclo di sei prove aperte dall’8 Gennaio al 6 Maggio. L’iniziativa prende il nome di “La Filarmonica incontra la città” e l’intero ricavato sarà devoluto a associazioni di volontariato milanesi. In quest’occasione sono chiamati a dirigere la pluripremiata formazione sei direttori d’eccezione: Daniel Barenboim, Daniel Harding, Esa Pekka Salonen, Christoph Eschenbach, Riccardo Chailly, Andrea Battistoni. La prima data di questa trentesima stagione sarà il prossimo mercoledì 2 Novembre alle 14.30 con la prima fra le prove aperte al pubblico. A seguire, Giovedì 3, il concerto vero e proprio inserito nel ciclo di concerti straordinari della Scala. Sul palco Daniel Barenboim con un programma davvero particolare che spazierà da l’Ouverture de I Vespri siciliani di G. Verdi al poema sinfonico La mer di C. Debussy, dalle Trois Ballades de François Villon sempre del compositore impressionista francese al poema sinfonico n°28 di R. Strauss “Till Eulenspiegels lustige Streiche”.

 

Eva Marti


Potrebbe interessarti anche