Advertisement
Woman

La Istanbul couture di Dilek Hanif

Barbara Micheletto Spadini
29 luglio 2011


Eredità stilistica della tradizione ottomata mixata a tocchi sofisticati di glamour che evocano l’età dell’oro degli anni ’70: la collezione di Dilek Hanif per il prossimo inverno é sintesi di creatività cosmopolita, innovazione e lusso.
La tavolozza alterna la sontuosità dei colori senza tempo, come il nero e il blu notte, all’eleganza del rosso ciliegia e del viola. I contrasti sono creati sapientemente attraverso tocchi di oro, inserti di materiali e alternanza di trasparenze che esaltano gli effetti della luce.
I tessuti vanno dai ricchi broccati di seta, alla raffinata opacità del crêpe, al “tocco nudo” di pizzo e chiffon.
La purezza degli elementi si sublima attraverso i virtuosismi delle scollature arricchite da delicati bordi di pelliccia che aggiungono fluidità ai disegni degli abiti.
La collezione viene resa ultra-femminile grazie alle linee che abbracciano il corpo con forme aderenti, agli abiti da sera lunghi a sirena che esaltano la silhouette e a pezzi senza tempo all’altezza di un red carpet.
L’eleganza sensuale che attraversa le creazioni di Dilek Hanif non é mai eccessiva, l’esaltazione della femminilità viene espressa attraverso delicati giochi di trasparenze e un uso molto calibrato dei tessuti per sottolineare le forme del corpo.
L’immagine ideata da Dilek Hanif, simbolo della ricerca tra passato e presente, oltre a ristabilire un equilibrio creativo tra diverse ispirazioni culturali, ricorda il fascino impeccabile di Marisa Berenson, l’icona di uno stile che, attraverso la sublime bellezza degli abiti, racconta il sogno che ogni donna potrà vivere mentre lo indossa.

Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche