Advertisement
Design

La luce della Scandinavia

Davide Chiesa
4 novembre 2014

poulsen1

Louis Poulsen Lighting A/S è, ad oggi, il primo produttore di illuminazione danese: è una realtà storica che è stata fondata nel 1874 e trasmette specificamente la cultura del design scandinavo in tutto il mondo con una commistione di tradizione e modernità che ne decreta un grande successo sia dal punto di vista del prodotto che della cultura.

Come spesso accade nel mondo del design, si tratta di un’azienda nata a carattere familiare e trasmessa di padre in figlio, ma che nacque per la vendita di strumenti e forniture elettriche, aggiungendo in un secondo momento alcune macchine utensili, specializzandosi poi nella produzioni di elementi di illuminazione soltanto negli anni ’40.

poulsen2

La grandissima fortuna di Louis Poulsen è nata e cresciuta tramite la collaborazione con il designer Poul Henningsen che iniziò a collaborare nel 1924 e che disegnò non soltanto l’iconica PH3 nel 1926 o la PH Artichoke nel 1958, ma tutta una serie di elementi illuminanti figli della sua visione del design e del gusto dell’epoca: sono pezzi assolutamente contemporanei ancora oggi e continuamente pubblicati sulle riviste di settore.

Durante la seconda guerra mondiale Henningsen progettò addirittura una lampada “blackout” per i giardini di Tivoli a Copenhagen che permettesse ai Giardini di rimanere aperti fino a mezzanotte: la luce delle lampade non poteva infatti essere vista dagli aerei che volavano sopra la città.

Poul Henningsen avrebbe compiuto 100 anni il 9 settembre 1994. Louis Poulsen Lighting ha celebrato l’anniversario con la pubblicazione di un libro sulla storia della lampada PH, con una special edition della lampada da tavolo PH e a sospensione TREPH e organizzando una mostra di antiche lampade PH presso il Museo delle Arti Decorative a Copenaghen.

poulsen3

Come ogni importante azienda di design, anche Louis Poulsen Lighting è molto attiva nel campo della promozione culturale: nel 2004 per esempio, insieme con Fritz Hansen, Royal Copenhagen e Bang & Olufsen è stata tra i maggiori sponsor di “Styling danese Life”, una mostra creata e allestita dal famoso architetto Tadao Ando, in occasione della visita ufficiale della regina danese Margrethe in Giappone.

Grazie ad aziende forti ed ispirate come questa, che conservano la tradizione e lanciano ponti verso il prossimo futuro, il panorama del design industriale internazionale si permette di poter evolvere in direzioni infinite e sempre sorprendenti.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche