Lifestyle

La Mattel omaggia Ibtihaj Muhammad: ora Barbie indossa il velo

Cecilia Dardana
5 dicembre 2017

Altra rivoluzione in casa Mattel: dopo la creazione, non più di un anno fa, delle nuove Barbie tall (alta), petite (minuta) e curvy (formosa), la famosa casa produttrice di giocattoli lancia la nuova Barbie che indossa l’hijab, il tradizionale velo della religione islamica usato per coprire testa e spalle.

Dal 1959, anno in cui nasce la prima bambola alta, magra, bionda e con gli occhi azzurri, di passi avanti ne sono stati fatti parecchi, adattando la tanto amata Barbie, ormai non più solo un giocattolo ma una vera e propria icona della cultura di massa, alle varie esigenze del mercato e di una cultura che cambiano costantemente.

Così la Mattel ha deciso di omaggiare le donne che hanno contribuito a rivoluzionare il mondo in positivo, e che sono fonti di ispirazione per grandi e piccine. Lo ha fatto lanciando la linea Shero, parola composta da she, “lei”, ed hero, “eroe”, pensata per indicare dei modelli femminili per le bambine. E proprio di questa linea fa parte la nuova Barbie di religione musulmana, ispirata e creata per onorare i meriti sportivi e la tenacia nella lotta contro i pregiudizi di Ibtihaj Muhammad, campionessa olimpionica di scherma, afroamericana e musulmana.

Una donna straordinaria: specializzata nella sciabola ha vinto ben 5 medaglie ai Campionati Mondiali, di cui una d’oro, e nel 2016 si è aggiudicata il bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Porto solo in giro quello che sono –  dichiara Ibtihaj –  una donna, una afroamericana, una musulmana. Sono tutti aspetti della mia identità che non voglio correggere o nascondere”.

Prima d’ora la Mattel aveva già fatto notizia, con il tributo alla top model curvy Ashley Graham, proponendo una bambola con le sue fattezze e facendo in modo che la sua fisionomia le somigliasse in tutto e per tutto. Non solo! L’anno scorso è stata lanciata un’altra Barbie che celebrava la ginnasta olimpica Gabrielle Douglas, prima donna afroamericana a diventare una campionessa individuale conquistando l’oro alle Olimpiadi di Londra nel 2012, e prima ginnasta americana a conquistare la vittoria, sia da sola che in squadra, alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016.

Chissà quale sarà la prossima sorpresa di Mattel!


Potrebbe interessarti anche