Leggere insieme

La mia invenzione

Marina Petruzio
23 giugno 2015

la_mia_invenzione

Con il testo di Silvia Vecchini e le illustrazioni di Maria Giron, Edizioni Corsare pubblica un albo di una soavità speciale, La mia invenzione.

Una bambina rivendica un’invenzione speciale, di quelle che possono cambiare la vita, ma anche solo una giornata o ancora meglio un momento.
Un’invenzione piccola che ti segue dappertutto, utile ai grandi ma anche ai piccoli; ognuno ne ha bisogno ma per accenderla deve spegnere qualcosa, un’invenzione birichina che va con chi conosce, fa come vuole. A volte avvicina perché accomuna le persone che stanno bene insieme e non serve null’altro per stare bene: è la chiave che apre i momenti speciali, i segreti, le sorprese, gli annunci, i messaggi cifrati. È quel momento che ti tiene col fiato sospeso.
Altre volte è un freddo muro, impenetrabile che non si scalfisce con nulla. Al contrario può essere fragile e soffice.
Se si potesse immaginare colorata, il bianco sarebbe il suo colore.

la-mia-invenzione_

Se ti immergi nella natura con una passeggiata diventa maestosa e allarga il cuore, quel cuore immenso, buono, sul quale ti appoggi quando a sera se è buio dentro e fuori fa paura.
È una casa dai colori caldi, quella nella quale entriamo aprendo l’albo, accogliente come il cuore sul quale ci si appoggia per sentirlo battere e con lui calmarsi. Morbidi tappeti ed ospitali pavimenti di legno, carta da parati allegramente decorata e muri dai colori rotondi, ampie finestre per ospitare giochi di luce ed ombra. Frammenti di vita, giochi in attesa di essere coinvolti nuovamente, tre pupazzi in pezza che se la raccontano. Un autobus londinese parcheggiato, le sguardie si rincorrono, proseguono e, più in là, un piccolo tavolino avorio sul quale poggia un variopinto carillon, un cane sonnecchia sul suo tappeto preferito, a fargli compagnia la sua trottola di legno.
Fogli disegnati sparsi sul pavimento come piastrelle che chiunque può rimuovere con facilità se ha voglia di cambiar colore o fantasia; collane variamente e intensamente colorate, come Lea, una bimba che le conserva in vasetti di vetro; una mongolfiera appesa al soffitto, ferma, attende la partenza…chissà domani magari.

2-libri

Ci aggiriamo nelle stanze, come se camminassimo su una morbida moquette, l’aria è rarefatta, non c’è nulla di strano, ognuno è occupato in singole faccende, il papà si è addormentato abbracciando i due bambini, il suo cuore batte, quelle orecchie lo sentono appoggiate lì dove sono e tu solo in mezzo al…silenzio. La mia invenzione.
Il silenzio è bianco, soffice come la neve che tutto copre e rende muto, fragile come i suoi cristalli.
Illustrazioni come fotografie che qualcuno si è divertito a colorare coi pastelli.
Un albo dal quale si esce in punta di piedi per non rompere quel prezioso momento.

Marina Petruzio

La mia invenzione
di Silvia Vecchini illustrato da Maria Giron
Ed.: edizionicorsare
www.edizionicorsare.it
Euro: 15,00
Età di lettura: dai 4 anni


Potrebbe interessarti anche