Lifestyle

La mode à Paris

staff
2 marzo 2012

A differenza della settimana della moda Milanese, dove sei continuamente circondato da modelle che corrono da una sfilata all’altra, e dove il traffico è bloccato dalle masse di persone prima di ogni show, a Parigi la settimana della moda é quasi un segreto. Un segreto per quelli che lavorano nel settore, nascosto nelle stradine del Marais, o anche dentro il Grand Palais. Le modelle si mischiano alla gente normale e la settimana della moda passa senza (sembra) fare molta scena.

Ma per quelli che attendono quelle due settimane l’anno con ansia e trepidazione, Paris Fashion Week é un’esperienza incredibile.
Per cominciare le sfilate hanno luogo in location spettacolari, che sia il Grand Palais (ad esempio Issey Miyake) o un piccolo studio in zone nascoste di Parigi  (Bernhard Willhelm e Steffi Christiaens). Entrambe le locations rendono ogni collezione ancora più bella.
Poi, ci sono le feste… le feste della settimana della moda a Parigi sono tra le migliori dell’anno. Sia in discoteche o in grandi open space, sono tutte preparate con cura e attenzione, e soddisfano ogni tipo di persona. Ci sono i cocktail parties per un pubblico piu adulto, dove spesso sono mostrate nuove collezioni o esibizioni, ma ci sono anche feste in discoteca e le feste di varie marche, nel pomeriggio o la sera… Tutti sanno che durante Fashion Week non esistono orari!
Se si cammina attraverso i Jardin de Tuileries, molte delle persone che passeggiano sono fashion bloggers, fotografi, top model che corrono alle sfilate piu importanti che hanno luogo ad entrambi I lati dei giardini, e se si é fortunati si possono anche incontrare delle celebrities.

La cosa più bella di Paris Fashion Week é la sua abilità di mischiarsi con gli eventi di tutti i giorni, in modo da diventare un evento quasi esclusivo, riservato a quelli che hanno ricevuto un invito ad una sfilata, o per quelli che lavorano nel settore. Se la settimana della moda Milanese ruota tutto attorno al far notare alla gente che ci sono sfilate in corso dentro i tendoni bianchi o negli hotel a 5 stelle, a Parigi é una cosa che viene bisbigliata, meno scena fa e meglio é. Oltretutto, cosa potremmo aspettarci da una città cosi cool e sicura di sé, che anche Re Lagerfeld accetta di sedersi su una terrazza in strada per prendere un caffé?

Parigi é understatement, quell’arte di non fare mai capire quanto impegno é stato messo in ogni cosa. I parigini nascono chic, la moda di ogni giorno toglie il fiato a noi esteri, quindi perché preoccuparsi di trasformare la Fashion Week in un evento mondano? Parigi nasce sulla filosofia del “meno é meglio”: meno vedi, più guadagni. Collezioni stupende, tempo fantastico, persone incredibili… Ancora una volta, Paris Fashion Week non delude.

 

Ilaria Maria Sofia Gilardini


Potrebbe interessarti anche