Advertisement
Luoghi

La pizza a impatto zero di Thursday Pizza

Jennifer Courson Guerra
14 luglio 2016

copertina-thursday-pizza

Quando si pensa alla pizza si pensa subito alla tradizione. Un coraggioso ingegnere meccanico milanese, Alessandro Castrucci, ha deciso di cambiare rotta e di puntare sull’innovazione. È sua, infatti, la prima pizzeria italiana a impazzo zero, Thursday Pizza.

L’idea è semplice: ogni cosa, dall’impasto alla consegna, non deve avere ripercussioni sull’ambiente. “Quello della ristorazione è un settore che vive su processi ripetuti nel tempo, rimasti inalterati nel nome della tradizione e per questo mai davvero rinnovati. l fatto di provenire da una realtà e da un percorso di studi totalmente differenti mi ha portato a pensare come il semplice fare la pizza potesse essere ripensato in chiave ecofriendly, senza rinunciare alla qualità del cibo”, ha spiegato Castrucci.

1

Come funziona? Il locale, innanzitutto, è alimentato solo grazie alle energie rinnovabili. Persino il forno, contrariamente ai forni a legna che tanto inquinano le nostre città, non emette CO2 e ha una tecnologia che ottimizza i consumi. Le pizze sono servite con piatti, posate e bicchieri in bioplastica riciclabile.

E le consegne? Ovviamente green, grazie agli scooter elettrici dell’azienda tedesca Govecs. Ma non è solo per l’ambiente che Thursday Pizza ha un occhio di riguardo: gli impasti sono preparati con farine semi-integrali e soia biologica per essere più digeribili e un’attenzione particolare è riservata per chi ha allergie o intolleranze particolari. Infine, una parte del ricavato viene devoluta all’Eden Reforestation Project, che si occupa del rimboschimento delle foreste di Haiti, Madagascar, Etiopia e Nepal. Una pizza che ha il sapore del futuro.

 

Thursday Pizza
Via delle Foppette, 2
Milano
Orari: dal mar. al ven. 12:30-14:30, 19:00-22:00
sab. e dom. 19:00-22:30


Potrebbe interessarti anche