Cinema

La Scala al cinema il 24 e 25 Novembre

Giorgio Raulli
24 novembre 2015

1

Era il 3 agosto 1778 quando veniva inaugurato il “Nuovo Regio Ducal Teatro”, alla presenza dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo-Este e di Maria Beatrice d’Este, con la prima rappresentazione assoluta de L’Europa riconosciuta di Salieri. Sono trascorsi 237 anni da allora, ma il Teatro alla Scala è ancora simbolo dell’arte e della cultura.

È in quest’ottica che nasce il film documentario Teatro alla Scala – Il tempio delle meraviglie, nato dall’idea di Luca Lucini e Silvia Corbetta: la voce di Sandro Lombardi ci racconta la storia incredibile della Scala di Milano, un excursus che non solo mostra le grandezze del Teatro, ma sullo sfondo segue i cambiamenti dei costumi, i rapporti e le rivalità dei grandi protagonisti, fornendo anche un’interessante spaccato su certe vicende storico-musicali e socio-politiche europee e italiane. Tra passato e presente, la pellicola rimette in scena, con celebri attori, ambienti e situazioni che hanno coinvolto “persone qualunque”, testimoni della grandezza della Scala: due impresari (Bebo Storti e Filippo Nigro), una stilista (Pia Engleberth), un librettista (Gigio Alberti), una moglie (Francesca Inaudi), un ingegnere (Giuseppe Cederna) e un concierge (Andrea Bosca).

teatro-alla-scala-milano-zero-opera

Il regista milanese Lucini nella sua carriera ha sperimentato tutti i linguaggi del cinema, dai video musicali alla pubblicità, fino ad arrivare a noti titoli come Tre metri sopra il cielo e Amore, bugie & calcetto; il suo incontro con la conoscenza musicale di Silvia Corbetta ha dato vita al progetto sul Teatro alla Scala. Un omaggio all’arte, ma anche, più in generale, all’eccelleza italiana, utilizzando sì ricostruzioni, ma anche immagini d’archivio (fotografie, filmati Rai, pellicole dell’Istituto Luce, eccetera) e interviste di importanti nomi della scena nazionale e internazionale dello spettacolo di ogni tempo, come Plácido Domingo, Carla Fracci, Daniel Barenboim, Roberto Bolle e a tanti altri.

Non possono mancare gli studenti dell’Accademia del Teatro alla Scala, che rappresentano il presente e il futuro di quella che potrebbe essere definita un’industria di arte e cultura; gli allievi si raccontano attraverso performance e brevi ritratti di una vita fatta di soddisfazioni ma anche ansie, duro lavoro e determinazione.

Teatro alla Scala – Il tempio delle meraviglie, distribuito da Nexo Digital e prodotto da Skira Classica, Arte France, Rai e Camera Lucida con il contributo di Pirelli ed Edison, è stato proiettato in anteprima il 20 novembre (proprio presso la Scala) e nei cinema il 24 e 25 novembre.


Potrebbe interessarti anche