News

La Scala in famiglia

staff
18 gennaio 2015

scala

Le domeniche al Teatro alla Scala di Milano per gli under 18 si arricchiscono di una guida all’ascolto d’eccezione: dal 18 gennaio al 25 ottobre i concerti da camera saranno introdotti da attori noti al grande pubblico.

La Scala in Famiglia, il progetto del teatro milanese pensato per i più giovani, che già permette l’ingresso gratuito ogni domenica pomeriggio ai ragazzi minorenni accompagnati da un adulto pagante (i prezzi dei biglietti vanno da 5 a 12 euro), si arricchisce di una novità: a partire dal 18 gennaio ben 5 concerti da camera saranno preceduti dall’introduzione speciale di un attore.

Si parte con Antonio Albanese, che presenta i Cameristi alla Scala con la spalla dell’orchestra scaligera Francesco Manara, impegnati nelle “Quattro Stagioni” di Vivaldi domenica 18 gennaio alle ore 16. Il 25 gennaio sarà quindi la volta dei Virtuosi del Teatro alla Scala insieme alle prime parti scaligere Marco Zoni (flauto) e Fabien Thouand (oboe), i quali eseguiranno parti di vari Concerti, da Antonio Vivaldi con il suo RV 428 “Il gardellino” alla Sinfonia dei giocattoli di Leopold Mozart, introdotti dall’attore perugino Michele Nani.

Giacomo Poretti, il celebre Giacomo del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, presenterà il 5 luglio i Percussionisti del Teatro alla Scala diretti da Loris Francesco Lenti con un programma contemporaneo composto da opere di Alan Hovhaness, Fabio Nuzzolese, Stefano Martinotti, dei percussionisti dell’Orchestra Cacciola, Lenti e Marchesini, di Maurizio Fabrizio e ancora di Loris Francesco Lenti. Poretti introdurrà anche il programma del concerto del Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala diretto da Bruno Casoni, ancora in via di definizione.

L’ultimo concerto, il 25 ottobre, vedrà i Corni del Teatro alla Scala diretti da Angelo Sormani impegnati in una serie di trascrizioni da celebri pagine di Schubert, Gounod, Beethoven, Dvorák e Bruckner, introdotti da Giacomo Poretti.

Un’iniziativa che mira a coinvolgere ancora di più i piccoli fan del Teatro alla Scala, da sempre impegnato nell’espansione dell’offerta dedicata ai giovanissimi.


Potrebbe interessarti anche