Advertisement
Woman

La sfilata Métiers d’Art di Chanel conquista il Ritz di Parigi

Luca Antonio Dondi
7 dicembre 2016

copertina

Quale modo migliore per celebrare la riapertura dell’Hotel Ritz a Parigi se non con una sfilata di Chanel? Il legame tra la Maison e il lussuoso hotel di Place Vendôme, si sa, è sempre stato forte: oltre ad aver ospitato Gabrielle Chanel dalla fine degli anni Trenta, è stato sempre fonte di ispirazione per le collezioni della Maison sotto la guida di Coco prima e Karl Lagerfeld poi.

Dopo un periodo di chiusura dovuto a un importante restauro, il Ritz è pronto a risplendere e diventare ancora una volta faro nella notte per la città di Parigi. Ed è in questa cornice che il Kaiser ha deciso di presentare la nuova collezione Métiers d’Art Prefall 2017 che porta il titolo di “Paris Cosmopolite”: il concetto, infatti, è quello di riproporre l’epoca d’oro a cavallo tra gli anni Venti e Trenta in cui bellissime donne da ogni parte del mondo venivano a Parigi e sceglievano il Ritz come propria temporanea dimora. Rifacendosi a un cosmopolitismo ante litteram, Lagerfeld sceglie il Restaurant Espadon facendo sfilare le modelle tra i tavoli apparecchiati per accogliere gli ospiti in tre diversi momenti della giornata dal pranzo alla cena passando per l’ora del tè.

Ad aprire il défilé il ritorno della top model Cara Delevigne in un iconico tailleur in tweed bianco dalle rifiniture dorate, seguita dal debutto in passerella di Lily-Rose Depp con crop top e longuette cosparsi di paillettes total gold e infine persino Pharrell Williams fa il suo ingresso in un elegante blazer in lana. Tornano nel salone del Ritz, quindi, i fasti dei tessuti broccati, dei jacquard preziosi e delle applicazioni romantiche; i long dress si arricchiscono di piume, le balze movimentano le gonne midi, i capispalla uniscono l’eleganza di un tempo alla più moderne lavorazioni tecnologiche, la pelle rock di pantaloni e biker si fa chic insieme a piumini imbottiti e cuissardes. Cascate di perle, opulenti bijoux, applicazioni floreali e francesine in pieno stile parisienne contribuiscono ad arricchire le eleganti mise.

Dopo le sfilate a Dallas, Dubai e Roma, Karl Lagerfeld decide di rimanere, quindi, nella sua città e donarle un occasione di gioia e nuovo splendore nonostante i capitoli bui che di recente ha dovuto affrontare. Un breve ritorno a quel glorioso passato che vedeva Parigi capitale d’Europa – e di stile – in cui a regnare dalla sua suite del Ritz era senza dubbio Coco Chanel.


Potrebbe interessarti anche