Expo 2015

La Triennale riaccende Expo

Marco Maria Medardo Marcucci
2 febbraio 2016

EXPO-Milano-2015-2-Giugno_11

Dopo aver parlato per molto tempo di Expo Milano 2015, e di come sarebbe stato, l’occhio attento dell’opinione pubblica si è spostato sul post Expo.

Cosa sarebbe rimasto del sito espositivo? E soprattutto in quale modo sarebbe stato riutilizzato?
Ed è così che Rho ritorna sul palcoscenico mondiale grazie alla “XXI Esposizione Internazionale 21th Century. Design after Design” che, dopo vent’anni di assenza, torna a Milano, dal 2 aprile al 12 settembre 2016.

Questo evento particolare, basato prevalentemente su concept innovativi e dal design ricercatissimo, firmato dalla Triennale di Milano, che si farà carico dell’organizzazione, ospiterà sei mostre internazionali e un orto planetario, occupando non soltanto il sito espositivo di Rho, ma anche altre location quali la Villa Reale di Monza e la stessa Triennale.

In conferenza stampa, il Presidente della Triennale Claudio Albertis ha dichiarato ufficialmente che non tutta l’area Expo verrà utilizzata, viste le amplissime dimensione, ma solamente alcune parti abilmente collegate fra di loro, tra cui il padiglione ex Coop e il Convention Centre. Inoltre sarà disposta la realizzazione di un orto di oltre 4mila metri quadrati.

Anche l’ingresso per i visitatori sarà agevolato, passando attraverso la cascina Merlata, adiacente a entrambi i padiglioni. Il servizio di trasporto tramite navette sarà reso disponibile per lo spostamento dai vari parcheggi al sito espositivo vero e proprio.

Ad alzare le prime polemiche rimane la data di apertura che da Aprile slitterà ai primi di Maggio, con conseguente chiusura nel mese di Ottobre. Ironia della sorte, la XXI Esposizione del Design ricoprirà lo stesso periodo dell’attività di Expo, anche se in versione ridotta.

Noi non possiamo fare altro che augurarci che le sorti dell’evento siano migliori di quelle di Expo 2015.


Potrebbe interessarti anche