News

Labelux compra Jimmy Choo

staff
23 maggio 2011

Labelux, il gruppo a capitale privato che possiede Bally, ha acquistato Jimmy Choo sulle aspettative di ulteriore crescita in accessori di lusso.
Labelux ha pagato a TowerBrook Capital Partners LLP più di 500 milioni di sterline (811 milioni dollari) per Jimmy Choo, in base a due persone vicine alla vicenda.
“Jimmy Choo ha un enorme potenziale di crescita e la capacità di fornire sinergie per la crescita all’interno del nostro gruppo”, ha affermato Reinhard Mieck, Amministratore Delegato di Labelux.
Jimmy Choo ha realizzato un fatturato netto di 150 milioni di sterline nel 2010 e cresce di oltre il 10 per cento in tutte le categorie e regioni geografiche.
L’azienda ha oggi 120 negozi, il doppio di quando TowerBrook ha acquistò il marchio.
Il fondatore di Jimmy Choo, Tamara Mellon, e l’Amministratore Delegato Joshua Schulman manterranno i loro incarichi anche dopo l’acquisto da parte di Labelux, così come dichiarato ieri sera dalla società viennese.
“Un sostanziale potenziale di crescita attende il marchio Jimmy Choo, in particolar modo in Asia, zona dove Labelux ha una comprovata esperienza”, dichiara Ramez Sousou, co-AD di TowerBrook.
La società di ricerche Euromonitor ha affermato lo scorso anno che le vendite di scarpe di lusso aumenteranno del 20 per cento all’anno fino al 2013.
Jimmy Choo ha registrato una crescita delle vendite di oltre il 30 per cento all’anno, in media, dal 2001.


Potrebbe interessarti anche