Woman

Lady Diana: gli abiti della Principessa in mostra a Kensington Palace

Luca Antonio Dondi
20 marzo 2017

Principessa del Galles e regina di stile: così il mondo ricorda Lady Diana, madre amorevole e amica del popolo, senza ancora capacitarsi di come quel 31 agosto 1997 abbia potuto esserle tanto fatale.

Diana Spencer sposò nel 1981 l’erede al trono del Regno Unito, il Principe Carlo, e da subito gli occhi di tutto il mondo le furono puntati addosso. Con la classe e lo charme che solo lei possedeva riuscì abilmente a destreggiarsi in quella vita privata ormai di dominio pubblico. Anche durante la separazione dal marito, Lady D ha sempre affrontato gli scandali con un’eleganza che tutto il mondo le invidiava.

Ed è così che la sua figura è passata alla storia: una Principessa che aveva a cuore i bisogni della gente e che non aveva paura di andare contro le regole imposte dalla monarchia. Una Lady divenuta simbolo di forza, tenacia e coraggio per migliaia di donne, ma anche icona di stile per il mondo della moda e non solo.

Oggi, a 20 anni dalla sua scomparsa, Londra ne celebra il gusto sofisticato attraverso una retrospettiva dei suoi abiti nella mostra Diana: Her Fashion Story, già in corso a Kensington Palace. Tailleur e abiti indossati dalla Principessa che non ostentano lusso, ma piuttosto un gusto ricercato, sono i protagonisti di una pagina di moda avvincente che in passato ha influenzato stilisti e designer di tutto il mondo e che si rivela capace di affascinare ancora.

Il racconto di un’epoca che abbiamo deciso di ricordare attraverso alcuni look memorabili di Lady Diana passati alla storia, molti dei quali visibili dal vivo proprio a Kensington Palace fino al 2018. Dall’abito indossato per danzare con John Travolta alla Casa Bianca al celebre Revenge Dress, ecco i migliori fashion moments della più grande regina di stile di sempre.

  • Diana sfoggiava un minidress ricamato con spalline disegnato da Catherine Walker e décolleté Jimmy Choo durante un’uscita nel 1997.

  • Ancor prima di diventare Principessa, Diana Spencer nel 1980 in visita a Venezia assieme al Principe Carlo indossa un cappotto tartan verde petrolio firmato Victor Emanuel coordinato a cappello e scarpe. Il cappotto verrà esposto al pubblico per la prima volta in assoluto.

  • L’abito da sposa più iconico di sempre: il 29 luglio 1981 Lady D si sposò nella vaporosa creazione firmata David and Elizabeth Emanuel, divenuta fonte di ispirazione per migliaia di brides to be da quel momento fino ai giorni nostri.

  • La neo-principessa saluta la folla prima di partire per la luna di miele insieme al marito in un abito floral, trench coat e uno dei choker di perle che diventeranno presto il suo marchio di fabbrica.

  • Era il 1985 quando la Principessa Diana, in occasione di una cena di stato alla Casa Bianca, inaugurò le danze accompagnata da John Travolta: un momento divenuto leggenda, così come l’abito in velluto di Victor Edelstein indossato per l’occasione.

  • Completo tartan, blusa con rouches, stivali alti: il perfetto look British per una Principessa impeccabile.

  • Quel military style tanto di moda oggi Diana lo consacrò già nell’aprile 1987 in occasione di una visita alla Royal Military Academy Sandhurst, indossando un completo bianco con alamari dorati ricamati sul blazer.

  • Lady D era ormai universalmente riconosciuta come icona di stile: a dimostrarlo definitivamente l’abito azzurro di chiffon disegnatole da Catherine Walker in occasione del Festival di Cannes nel 1987.

  • Durante una vacanza in Spagna la Principessa sfoggia un completo camicia-pantaloni color giallo canarino spezzando il tutto con una cintura total gold: casual ma sempre di gran classe.

  • Fu subito soprannominato “The Elvis Dress” l’abito bianco con bolero a collo alto abbinato, entrambi interamente ricoperti da una cascata di perle.

  • Bianco e blu royal per l’ensemble firmato Catherine Walker, scelto da Diana per una visita ufficiale a Dubai nel marzo 1989.

  • Semplice ed elegante: una gonna lunga a tubino rosa cipria e una blusa bianca, la mise perfetta scelta da Lady Diana per una visita al London Coliseum.

  • A un prima cinematografica nel 1990 Diana indossava l’abito in velluto burgundy firmato Catherine Walker.

  • Passato alla storia come “The Revenge Dress”, l’audace minidress di seta nera fu indossato nel 1994 per un party di Vanity Fair alla Serpentine Gallery di Londra la sera stessa che l’ormai ex-marito Carlo ammise, durante un’intervista televisiva, la sua relazione con Camilla Parker-Bowles. L’abito firmato dalla stilista Christina Stambolian, che conquistò le prime pagine di numerosi tabloid, fu venduto all’asta nel 1997 per ben 74.000 dollari.

  • Ormai ufficialmente divorziata e quindi libera dall’obbligo di indossare solo creazioni di designer britannici, Lady Diana nel 1995 sfoggiò questo completo firmato Gianni Versace ispirato alla celebre mise di Jackie Kennedy.


Potrebbe interessarti anche