News

L’antitrust italiana dice no alla pubblicità occulta sui social

Claudia Sunseri
27 luglio 2017

Con una lettera rivolta alle celeb nostrane anche l’antitrust italiana scende in campo per chiedere agli influencer di dichiarare apertamente nei loro post social – da Facebook a Twitter, passando ovviamente per Instagram – i loro intenti adv.

Il tutto per evitare casi di pubblicità occulta e regolamentare almeno in parte l’attività dei web influencer. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha inoltre espressamente richiesto l’utilizzo di hashtag appropriati – come #pubblicità #sponsorizzato #advertising #prodottofornitoda – per far capire al consumatore che si tratta di advertising e che chi sta pubblicando quel determinato contenuto è stato pagato per farlo e non si tratta dunque di una scelta di gusto personale.

Non sappiamo a chi sono rivolte le diffide, ma la super influencer Chiara Ferragni ha già dato l’esempio, provvedendo ad inserire nei nuovi post l’hashtag #ad.

 


Potrebbe interessarti anche