Food

L’Art de la Table: Bianco e Nero Giapponese

staff
5 novembre 2011


Ispirazioni orientali, linee pure e definite, cromie essenziali e dettagli rubati alla cultura giapponese. Questi gli elementi per una tavola elegante e raffinata che si lascia influenzare dall’estremo Oriente, non solo nella preparazione dei piatti, ma anche nello stile.
Un esempio? Il raffinato servizio da tavola Origami della linea Á la Carte di Rosenthal, ideata dal duo creativo Robin Platt e Cairn Young. Un vero e proprio omaggio all’arte della lavorazione della ceramica che incontra quella giapponese della carta. I due designer infatti, si sono ispirati all’affascinante tradizione degli origami per esprime un punto di vista originale e innovativo sull’arte della tavola, combinando forme diverse in modo geometrico e ordinato, ma al tempo stesso libero e creativo. La serie di ceramiche Origami, dalle linee affascinanti e inattese, è costituita da tre pezzi-scultura, da utilizzare come piatto piano, piatto fondo e coppetta.
A completare la linearità e la purezza delle forme e dei colori, vi suggerisco l’eccezionale Collezione di bicchieri Damoiselles firmata Baccarat e creata dalla giovane designer Stéphanie Balini. I bicchieri, uno diverso dall’altro, esprimono con raro talento e grande poesia tutto il savoir-faire della cristalleria firmata Baccarat. La Collezione infatti gioca non solo sul contrasto del bianco e del nero, ma anche sulla varietà della resa. I gambi sono sabbiati, satinati,trasparenti o brillanti. I beventi poi, incisi alla ruota o intagliati a mano tono su tono sia sul cristallo chiaro, che sul cristallo onice, sono declinati in differenti decorazioni: ghirlande, piccoli fiori, motivi geometrici a dama e la B di Baccarat rivisitata. Insomma, un’apoteosi di fantasia black and white mai scontata e altamente chic con la quale sorprendere i vostri ospiti.
Un altro dettaglio che vi consiglio per caratterizzare l’atmosfera della vostra tavola con una luce soffusa è il candeliere Bellini firmato Fendi Casa, in vetro di murano lavorato a mano, nella versione a 5 bracci, in una ricercata versione noire.
I vostri ospiti infine gradiranno sicuramente gustare in tutta la sua purezza l’ingrediente protagonista della nostra ricetta: la salsa di soia. Per servirla, vi consiglio l’apposito porta salsa in porcellana bianca della Collezione Multi+ firmata Henriette by Desart e realizzata in collaborazione con il designer Giorgio Cugliari. Una collezione dalle linee minimal ed estremamente eleganti pensata per tutti gli amanti di una cucina tradizionale, ma che non teme l’influenza di culture lontane, come quella giapponese.
Buon appetito allora, anzi Itadakimasu!

 

Giorgia Assensi

 

Piatto piano, fondo e coppetta, Origami della Collezione Á la Carte di Rosenthal
Bicchieri Collezione Damoiselles di Baccarat
Porta salsa di soia Collezione Multi+ di Henriette by Desart
Candeliere Bellini di Fendi Casa


Potrebbe interessarti anche