Arte

L’arte del bijou italiano arriva a Palazzo Reale

Azzurra Bennet
21 febbraio 2016

Senza titolo-1

Durante Milano Moda Donna, Palazzo Reale ospita fino al 2 marzo “L’arte del bijou italiano. Dalla dolce vita al prêt-à-porter”, la mostra che ripercorre la storia degli accessori più glamour dagli anni ’50 ai 2000, curata da Alba Cappellieri e Lino Raggio e promossa da Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale, Fiera Milano e HOMl e il Salone degli Stili di Vita di Fiera Milano.
L’esposizione mixa arte, design e moda in un percorso espositivo che si svolge tra le suggestive Sale degli Arazzi al piano nobile. Saranno esposti 300 pezzi unici di designer di gioielli di fama internazionale, tra cui Bozart, Sharra Pagano, così come creazioni ideate per gli stilisti più importanti come Ferrè, Armani, Valentino, Versace e Moschino.

La mostra si snoda tra diversi periodi di grande importanza culturale – come il boom economico degli anni ’60, o le destrutturazioni degli anni ’70, fino ad arrivare allo sperimentalismo del secondo millennio – che saranno rappresentati sia da serie limitate che produzioni industriali.

L’arte del bijou italiano. Dalla Dolce Vita al Prêt-à-Porter”, aperta a tutti con ingresso gratuito, vuole anche essere la testimonianza del vivace dialogo che arte e design continuano a intrattenere da decenni e che, grazie alle nuove proposte creative, si arricchisce sempre di nuovi linguaggi.

Un racconto entusiasmante dei costumi che cambiano, che conferma il ruolo centrale del bijou tra gli accessori che più contribuiscono a testimoniare l’evoluzione del gusto e della moda.


Potrebbe interessarti anche