Auto

Le alpi svizzere insieme alla nuova CLA Shooting Brake

Davide Stefano
7 luglio 2015

image-06-07-15-03-04

Sognare, sognare una macchina che sia sportiva, maneggevole, sicura, di carattere, dotata di un design personale capace di colpire non solo l’acquirente ma anche qualsiasi semplice osservatore: ecco precisamente ciò che un uomo desidera nel proprio box.

Diversamente, la donna ricerca eleganza, facilità di guida e spaziosità.

image-06-07-15-03-04-1

Vi è quindi un momento nella vita di ogni uomo in cui bisogna scendere a compromessi con la propria quotidianità, con i propri bisogni e con quelli della famiglia.

Mercedes Benz ha compreso questa istanza e ha deciso di far nascere un binomio che rispecchi le esigenze automobilistiche tanto maschili quanto femminili. Nasce così la nuova CLA Shooting Brake. Si tratta di una coupé, grazie al tetto molto filante e alla mancanza dei montanti sui finestrini. I tratti salienti del design rimangono i medesimi: a partire dalla calandra Diamond-look, con i gruppi ottici a led che ne seguono la forma dei bordi. Il cofano motore acquista dinamismo grazie alle nervature longitudinali, buone per enfatizzare la forma slanciata dell’intera auto che, essendo molto bassa, si comporta in maniera ineccepibile anche su strade tortuose, senza soffrire quasi mai l’effetto del sottosterzo. Provandola su alcuni dei passi di montagna più belli d’Europa non mi accorgevo di stare guidando una familiare con motore diesel: la risposta del motore 2 litri da 136 cv e 300 nm di coppia non lascia mai a desiderare, anche su salite molto difficili.

image-06-07-15-03-04-3

Appena ci si siede all’interno della vettura, il profumo della pelle sopraggiunge a gratificare il guidatore. La qualità dei materiali è elevata, come ci si aspetta dalla stella.

L’ambiente interno mantiene il piglio giovanile, come la sorella CLA e la progenitrice Classe A, con la plancia rivestita in pelle nella zona superiore e percorsa da un inserto in alluminio (in alternativa si può optare per due diversi tipi di legno), che ospita le tre bocchette d’aerazione al centro; immediatamente al di sopra si trova lo schermo touch da 5.8 pollici con il sistema di infotainment Comand, vero cervello dell’auto da cui si può gestire la navigazione e il sistema multimediale d’intrattenimento.

image-06-07-15-03-04-2

Portarla sulle alpi svizzere mi ha condotto lungo un viaggio lungo 600 km. Nel consumo extra-urbano la macchina si è comportata con una ottima media di 6.2 l/100 km (tenendo conto di numerosi km percorsi in salita), un ottimo risultato; in autostrada, invece, la media scende al fantastico risultato di 4.1 l/100 km: grazie al cambio automatico 7-G DCT r il cx di 0,26 permette dei consumi strepitosi per un 2 litri turbo diesel.

Insomma, si tratta di una macchina che scende a compromessi senza tuttavia sottrarre l’imprescindibile piacere di guida, mettendo d’accordo uomo e donna.


Potrebbe interessarti anche