Beauty

Le feste son fatte per brillare… di luce propria o quella riflessa dal trucco?

Marisa Gorza
21 dicembre 2012

Manca un soffio ai  giorni del Merry Christmas anche se già aleggia ovunque l’incanto delle Feste con quella particolare atmosfera in bilico tra  il desiderio di bontà e la voglia di follie, tra slanci di generosità e uno sfrenato consumismo.  Cosa c’è di più gioioso di una tavolata in famiglia o di un incontro con gli amici più cari?Cosa c’è di più eccitante del  veglione di San Silvestro, pronto ad aprire lo scenario su un  Anno  tutto Nuovo, insieme all’invito a sogni, speranze e propositi (tanti)?  Ecco le occasioni per festeggiare tra  bollicine di champagne, fuochi d’artificio… e con un look donante regalato da abiti pieni di luce e di colore come vuole la moda opulenta e barocca di Dolce&Gabbana, per esempio, o con le ricche toilette da  zarina,  stilate da Ferragamo in filigrana dorata…Tutto brilla di luce propria, ma anche riflessa, magari con un sapiente maquillage, così come suggerisce Morena Musi, l’aggiornata e sensibile make up artist di T. LeClerc  e Olfattorio, nostra vecchia amica, sempre  felice di  dispensare le sue impagabili lezioni beauté.  ”Il trucco per le Feste si ispira ai tasselli dei mosaici bizantini, alle icone russe, alle pietre preziose, ai misteriosi riflessi della luna giocati su lampi d’oro e d’argento… Ed é intenso e di grande effetto”, dichiara Morena.
1. Incarnato e Contouring. Per un make up senza sbavature, c’è un gesto nuovo ed essenziale: subito dopo l’abituale crema da giorno e prima dei prodotti pigmentanti (ne previene l’ossidazione) si applica la Base de Teint Primer, la cui texture, fresca e confortevole, trasforma l’incarnato levigandolo. Si passa poi al Fond De Teint Hydratant, oppure al tipo  Fluide Anti-Age, secondo la grana della pelle. Entrambi formulati sulla  vitamina E e totale assenza di parabeni, vestono il volto uniformando il colorito con toni che, per le carnagioni chiare,  vanno  dall’Ivoire al Beige Sablé, arrivando ai  Beige Ambré e Doré per quelle più scure. Si stende dall’interno verso l’esterno del viso, senza dimenticare palpebre e collo.  Lo step successivo prevede l’uso mirato del correttore per illuminare e cancellare del tutto le zone concave e in ombra… Fissiamo con la Poudre Libre, la cipria in polvere all’amido di riso, vero must della Maison T.LeClerc, usando l’apposito pennello.  Per scolpire il viso con la tecnica del contouring è perfetta  la Terre d’Hiver che va pennellata sotto gli zigomi, ai lati del naso, sul… contorno del volto, appunto. Insomma dove vogliamo assottigliare e cesellare.
2. Sguardo. Il trend richiede sopracciglia ben pettinate e infoltite da piccoli tratti di matita, da scegliere tra Blonde, Chatain e Brune. A questo punto ci si può “sbizzarrire e divertire con il colore”. Vogliamo occhi sognanti e stellati, vestiti da un trucco che duri per tutta una notte da sballo?Si intinge un pennellino appena inumidito nell’ombretto Galaxie Smoky e lo si passa su tutta la palpebra mobile. L’effetto glitterato viene poi intensificato con una sottile riga di eyeliner  Platine o, per chi osa al massimo, con il tocco dorée del tipo MétéOr, in un voluto contrasto con l’argentato. Vale anche un tratto di Khol color Smoky. Gli occhi sublimati e decisi ad incantare si completano con il mascara Céleste, di un nero profondo e misterioso, punteggiato da micro paillettes dorate…come la volta celeste.
3. Labbra e Unghie. Quella regola del make up che dice di enfatizzare “o gli occhi o la bocca”, per Natale&Co, la mettiamo da parte e coloriamo le labbra con un rossetto coprente e satinato dal superbo color Rubis, prettamente da diva e a prova di bacio. Anche le unghie si vestono con uno smalto dello stesso rosso seduzione, tuttavia si può alternare con Feuille d’Or o Platine. E perché non scapricciarsi  in una personale Nail Art e sovrapporre due colori? Il risultato sarà favoloso.
Ma la voglia di scintillare non finisce qui: T. LeClerc ha creato Multi Usage Pleine Lune, una cipria , o meglio, una nuvola luminosa da far volare qua e là… sui capelli, sulle spalle, sul décolleté e perfino sulle gambe sopra le calze diafane. Un velo di luce che ti rende preziosa come un gioiello.
4. Giusto per lui. Pronte a far un ingresso trionfale e “brillante” a cene di gala, veglioni e serate danzanti, non ci resta che chiedere a Morena se esiste anche per il nostro lui qualche trucchetto per apparire al meglio e pare proprio di sì. La famosa Poudre Libre, che usiamo per perfezionare il make up, è un toccasana anche per il volto maschile poiché opacizza, attenua rossori e piccoli difetti. In particolare quella nella  tonalità Cannelle, un beige abbronzato che riscalda la carnagione e regala charme… maschile s’intende! Dopotutto “ Semel in anno licet insavire” lo dicevano proprio i saggi latini.

Marisa Gorza


Potrebbe interessarti anche