Le mie opere in mostra: Occh-IO/Eye-I tra Montecarlo e Miami

Annalaura Di Luggo
15 marzo 2016

US5A2404

Il mio progetto fotografico-performativo Occh-IO/Eye-I è stato protagonista di due importanti eventi. Infatti, dopo essere stato esposto in 7 gallerie in tutta Italia, le opere sono state infatti presentate sia a Monte Carlo che nella dirompente Miami.
Per quanto riguarda l’esperienza statunitense, è stato organizzato un bellissimo evento da Giada Baselice nella sua splendida Galleria WhiteDot Gallery, nel cuore del Wynwood Art District di Miami, il quale ha segnato per la sottoscritta un grande momento di esposizione artistica, mostrando opere raffiguranti gli occhi di quattro personaggi noti: Antonio Banderas, Paul Haggis, Hope Cohen e Miguel Neuhaus.
Più di 100 ospiti intervenuti per lo show and shooting. Quando fotografo non mi limito al semplice scatto, ma faccio un’intervista di approfondimento per cogliere l’anima dei soggetti e metterli al centro della scena. Il nome del mio progetto, Occh-IO, mette infatti in evidenza la parola “Io” proprio per sottolineare il valore di ogni persona che fotografo e con cui interagisco; entro in relazione intensa con chi mi sta di fronte per il tempo necessario al mio interlocutore per rilassarsi e aprirsi ad un dialogo profondo di cui trascrivo il momento culminante, sintetizzandolo in una frase per me simbolica. Ed è questa frase ad essere parte dell’opera finale, così da integrare la personalità del soggetto nell’opera d’arte stessa
L’Occh-IO diventa così realmente lo specchio dell’anima.
Immancabili i miei più importanti supporter: i miei amici residenti a Miami, tra cui il noto Adriano Aragozzini, accompagnato da Mara Giovanna Elmi con il marito Gabriele Massarutto, Jonathan e AnaKarina Politano, accompagnati da Betty Whol ed Eva Rub con i consorti e, ovviamente, i protagonisti della serata proprietari degli occhi esposti. Presenti anche il Console Marina Bellelli e marito.
Splendida anche l’esperienza a Monte Carlo dove, in occasione dell’UIM international Awards giving event, ho esposto 12 delle mie opere. La mostra è stata curata nei minimi dettagli da Guido Cabib della Contemporary Reload ed è stata introdotta da un mio intervento durante la conferenza stampa del pomeriggio, dove ho ripetuto la mia performance fotografica durante la quale ho fotografato anche il segretario di Stato Jaques Boisson, il campione del mondo di tuffi Klaus Di Biasi, Marco Casiraghi e la presentatrice Mediaset Valeria Altobelli. Anche a Monte Carlo, ovviamente, gli occhi sono stati lo strumento per perlustrare la parte più profonda dei soggetti che ho ripreso.