Advertisement
News

Le novità da non perdere dalla XXV edizione di Milano Unica

Vittorio Francesco Orso Ferrari
19 luglio 2017

Ha assistito ad un più che aspettato successo l’ultima edizione di Milano Unica, il salone milanese dedicato ai tessuti anticipato al mese di luglio e giunto ormai alla sua XXV edizione.

601 le aziende presenti, di cui 456 espositrici (il 20% in più rispetto l’anno scorso), che hanno saputo confermare, ancora una volta, l’avanguardia italiana nel panorama internazionale.

Lo sguardo proteso al futuro, l’innovazione tessile e le nuove tempistiche di produzione filiera celebrate nel Salone concorrono ogni anno a creare nuove idee imprenditoriali e coraggiose innovazioni tecnologiche, portando alto il valore del Made in Italy nel mondo.

Per conoscere le imperdibili novità di Milano Unica proposte per l’autunno/inverno 2018/2019 sfogliate la nostra gallery!

  • Tintex. TINTEX entra a far parte della Famiglia C.L.A.S.S., creando prodotti più responsabili attraverso un’innovazione intelligente e tessuti contemporanei, come i jersey naturalmente avanzati, intelligenti e sostenibili, specializzandosi in materiali naturali hi-tech e nelle finiture specializzate.

  • Gruppo Tessile Monti. Il Gruppo Tessile Monti ha presentato a Milano Unica tessuti creati utilizzando esclusivamente materie prime di assoluta superiorità, perfetta simbiosi di ricerca, tecnologia ed esperienza, al servizio del Made in Italy.

  • Albini Group. Grande ricerca, modernità e massima qualità Made in Italy sono le key words dei tre nuovi macro temi (Floral, Contemporary e Leisure) in casa Albini.

  • Botto Giuseppe. Da sempre azienda attenta al risparmio energetico e alle emissioni di CO2, Botto quest’anno presenta i tessuti tecnici della linea ZERO: idrorepellenti, antivento, piacevoli al tatto e di lusso, che si aggiungono al progetto Naturalis Fibra.

  • Larusmiani. All’insegna del rispetto della natura e dell’attenzione alla provenienza dei materiali, Larusmiani propone come novità i tessuti organici: senza alterazioni o trattamenti chimici (il cotone organico e la nuova fibra di poliamide EVO ricavata da piante del deserto).

  • Angelico. Per mantenere il suo ruolo centrale nel ciclo della moda, il tessuto firmato Angelico opta per la ricercatezza di strutture, come le costruzioni a mano del tessuto ortogonale, creando un livello di performance adeguato allo stile di vita contemporaneo.


Potrebbe interessarti anche