Design

Le nuove vasche si raccontano

Luca Medici
24 novembre 2015

home

La vasca da bagno oggi assume il ruolo di vera protagonista nelle nostre case, un oggetto che esce dalla funzione classica per cui è stata creata, entrando nel mondo del benessere a 360° e del design. Le moderne vasche da bagno, spesso con funzione idromassaggio, hanno programmi personalizzabili, musica, connessioni bluetooth, luci e cromoterapia, sedute ergonomiche e morbidi poggiatesta… insomma, una spa casalinga non solo funzionale, ma bella anche da vedere! Sono facili da installare poichè progettate per consentire l’inserimento in qualsiasi spazio, l’unico vincolo è l’ingombro, ma in commercio ci sono proposte per tutte le tasche e tutte le misure. I modelli con idromassaggio si differenziano per due tipologie, il classico sistema whirlpool, che eroga acqua e aria e il sistema airpool, che invece funziona solamente con getti d’aria. Spesso le aziende propongono il sistema airpool miscelato a ozono, che viene erogato da ugelli disposti sul fondo della vasca. Si trovano in commercio anche modelli con sistema integrato di ultrasuoni che agiscono in profondità ossigenando i tessuti. Per non compromettere il funzionamento del sistema idromassaggio non bisogna aggiungere all’acqua detergenti schiumosi, esistono profumatissimi olii essenziali che regalano momenti di relax, lasciando la vostra pelle morbida e idratata.

Se invece vi piace la vasca ad incasso la scelta è molto ampia, ma lo spazio deve essere generoso poichè questi modelli ben si adattano a stanze da bagno dove l’inserimento a pavimento, oppure su strutture sopraelevate (pedane o gradini), deve regalare un colpo d’occhio suggestivo. In realtà si tratta di vasche normali, ma che vengono incassate in strutture così da renderle parte integrante delle parti murarie. L’ultima moda riguarda le vasche freestanding, ovvero le vasche a libero posizionamento. I modelli si sprecano, si parte da vasche in Tecnoril bianco opaco (materiale eccezionale e dalle mille forme) fino ad arrivare a modelli con vani a giorno e luci led integrati. I materiali sono molti, ma tutti molto facili da pulire e molto solidi. Oltre il Tecnoril (materiale acrilico) troviamo il Solid Surface (materiale composito solido e resistente al calore), il Quarrycast (roccia calcarea vulcanica finemente tritata e miscelata con resina), il Cristaplan (perfetto mix di minerali naturali, polimeri e acrilici) e il Ceramilux (composto da carbonati di calcio, triidrati di alluminio e resina). Infine troviamo le minipiscine indoor, modelli nati per chi, oltre a non avere problemi di spazio, desidera avere in casa vere e proprie minipiscine che accolgono almeno due persone. La differenza rispetto alle normali vasche con idromassaggio sono i sistemi di filtrazione e di trattamento delle acque, in questo caso molto più sofisticati. L’acqua, oltre che costantemente filtrata, viene anche mantenuta ad una temperatura costante così da rendere immediato il loro utilizzo, garantendo così al vostro momento di benessere l’idea di essere coccolati come in un centro benessere! Le minipiscine consentono inoltre un’immersione totale, si tratta infatti di vasche che prevedono il riempimento “a sfioro” che consente all’acqua di cadere in appositi bacini di raccolta che sono inseriti lungo i bordi.

 

www.my-home.biz


Potrebbe interessarti anche