Leggere insieme

Le Olimpiadi degli Animali

Marina Petruzio
3 giugno 2013

Primavera inoltrata. Tempo di giochi all’aria aperta, di movimento, di svago nei parchi.
Le scuole stanno per terminare – mancano veramente pochi giorni – ed i fine settimana sono impegnati dalle gare sportive: terminano i corsi che hanno tenuto i bambini fisicamente attivi durante l’inverno, che hanno dato ossigeno alle mamme, attimi, sì solo attimi, preziosissimi, di calma apparente alle serate in famiglia.
E quale saluto migliore ai compagni che finiscono il loro ciclo di studi, l’arrivederci a Settembre a tutti gli altri, il più giocoso e gioioso, quello di cui si parlerà e si riderà durante tutta l’estate, ricordandone gli aneddoti, i piccoli esilaranti incidenti ma anche i momenti di gloria, gli abbracci finali, la solidarietà tra compagni atleti diventati amici duranti i lunghi allenamenti, il gioco di squadra anche nella sconfitta, il sostegno al compagno impegnato nella gara prima o dopo di te…ecco si! Il miglior arrivederci sono i Giochi della Gioventù, le Olimpiadi organizzate dalla propria scuola, le gare finali.

E così anche nella palude e nel bosco è arrivato: il grande giorno!
Cominciano i giochi olimpici! E tutti gli animali esultano.

Germani reali, talpe, lepri, orsi, puzzole, topi di campagna ma anche elefanti, ippopotami, lumache e scoiattoli, tartarughe, serpentelli e gufi, tutti impegnati nelle diverse specialità che caratterizzano queste pazze, pazze Olimpiadi!
Prima competizione: la Gara del Buco più Profondo!
Attenzione, i partecipanti: Achille, Anita e il Signor Augusto…cosa dite? Chi sono? Talpe naturalmente!
Vi siete mai soffermati a pensare a quanto lavoro necessita aprirsi una strada per andare da qui a lì?
Decidere che si va e doversi organizzare per crearsi il passaggio per andarci? E poi dove? Su, giù, avanti, indietro?
Quanta competenza ed abilità nonché determinazione a volersi spostare!
Si, non credo che le talpe siano animaletti pigri, e tutto questo varrà pure una gara, un momento di confronto!
Ed ecco allora tutti pronti i partecipanti al loro posto sul terreno di gara, morbido, fresco e odoroso di bosco
.
“Ai vostri posti…uno, due, tre…via!”lo start di Ugo il Gufo arbitro per un giorno.
E così mentre il Signor Augusto, che è dal 1902 che scava, tenta di vincere le Olimpiadi a modo suo, Achille ed Anita partono di zampetta veloce acclamati da Doris, Ernesto, Gaetano: un folto pubblico quadrupede che, orecchio a terra, assiste alla gara; l’illustrazione che li ritrae è qui esilarante, ma d’altro canto l’autore, James Stevenson, è uno dei più noti umoristi e disegnatori americani, firma felice del “New Yorker”.
The winner is…e chi può dirlo???
La gara si è svolta sottoterra, nessuno ha visto!
Ma i partecipanti racconteranno di essersi fermati solo quando la terra è diventata troppo morbida e pastosa e molto, troppo calda e l’altra non sa bene, ma quando è riemersa attorno a lei tutti parlavano cinese!
Ma sarà una storia vera oppure è in corso una gara nella gara? Ovvero la gara di chi la dice più grossa?
Leggere per poter opinare…
Silvestro, il topo di campagna, è giudice ed organizzatore della seconda importante gara delle olimpiadi:
la Corsa
ad Ostacoli delle Lumache.
Ok Silvestro, una gara di lumache l’abbiamo organizzata tutti almeno una volta nella vita.
I miei cugini ed io le allineavamo sul muretto dell’argine del fiume Adda e misuravamo la bava più lunga, però Silvestro una gara ad ostacoli? E così alti! E poi…sembrano degli specchi, Silvestro, questi ostacoli!!!
Ai vostri posti…Tazio,Tiberio,Teresa,Tobia e Titina sulla linea di partenza.
Uno, due, tre, pronti…via!

Si annuncia una gara lenta e faticosa, meglio mettersi comodi o…andare a pranzo come farà Silvestro, dando così modo alle Lumache di organizzare un bello scherzetto per far arrivare ultimo Silvestro e vincer loro!
Anche qui devo dire che l’illustrazione che ritrae Tazio scivolato a terra nel tentativo di discendere dall’ostacolo dopo averlo scalato è spassosissima!
E l’esilarante Gara della Puzzola più Puzzolente con tanto di voto della giuria formata da Amelia scoiattola e Filiberto porcospino?
Chiude i giochi la Traversata del Fiume a Stile Libero che vede coinvolti Elvio e Stelvio, due elefanti, Romolo l’ippopotamo sconsolato che non vince mai niente, Ettore il corvo giudice della gara, Zaccaria la tartaruga ed il bullo Ottone il coccodrillo…una gara dai diversi colpi di scena di grande solidarietà di squadra, quasi una staffetta con un testimone particolare.
Insomma lo avete capito, la morale è sempre quella: l’importante è partecipare ed essere molto, molto uniti nel gioco di squadra, favorire i piccoli e rispettare le emozioni di tutti anche quando questi tutti sono un ippopotamo gigantesco e forte ed una tartaruga piccolina.
E nel frattempo, mentre tutti tornano a casa dopo il pic nic conclusivo, tra racconti e storielle, voi ed i vostri bimbi avrete, giocando, ripassato l’alfabeto!

Tommaso? Lettura estiva…comincia il mese dell’accumulo per il sotto ombrellone, per il momento

Buona Giornata Nazionale dello Sport a tutti…pigri inclusi!

Marina Petruzio

LE OLIMPIADI DEGLI ANIMALI
di James Stevenson
Illustrato dall’autore
Edito: Mondadori
Collana: Gli Oscar
Euro: 8,00
Età di Lettura: dai 7 anni per la lettura autonoma, prima per tutti!


Potrebbe interessarti anche