Gossip

Le pagelle ai look di Sanremo

Erika Gallo Carrabba
16 febbraio 2015

copertina Sanremo

Un Sanremo diverso dal solito. Uno di quei Sanremo dove, forse, a regnare è stata la semplicità, la leggerezza, il bello della diretta (o almeno così dicono).
Un Sanremo molto apprezzato, ma anche ed ovviamente criticato! Un alto tasso di presenza femminile forse mai vista scendere da quella scalinata, partendo da una splendida Charlize Theron a Conchita Wurst passando da Gianna Nannini a Romina Power (vallette comprese), e noi non ci siamo fatti scappare proprio nulla!

Sanremo è la passerella per eccellenza di chi riesce a dare, oltre alla voce, il meglio e il peggio di sé quanto a look! Tanto o poco glamour? Ecco le nostre pagelle:

Sanremo 2015 - Serata finale

CARLO CONTI: VOTO 9
Ci permettiamo di azzardare a far le maestrine anche con un uomo. E’ stato un Carlo Conti all’altezza di un Sanremo all’insegna della naturalezza. Spiritoso e simpatico, dentro elegantissimi Salvatore Ferragamo è riuscito egregiamente a mantenere ferma e sicura la rotta della sua nave in questo naufragar. Carlo, però vacci piano con le lampade! I nostri più sinceri complimenti.

2. Emma Marrone

EMMA MARRONE: VOTO 7
Da camionista a valletta, non è stata poi così dura! Emma ha saputo essere all’altezza del Festival, nonostante, forse, non stia poi così comoda dentro abiti lunghi e strascichi ingestibili.
Bocciato certamente l’outfit “simil sposa” della prima serata, che consigliamo, potrebbe riutilizzare se e quando convolerà a nozze, e il Valentino corto e dorato che, quanto a eleganza, aveva ben poco!
Recupera però per la finalissima, dove esce fuori la vera e autentica vena rock della cantante/valletta tutto pepe, in nero e argento, dove si aggiudica la piena sufficienza. Il trucco ed il parrucco, ci convincono di più! Le onde, la treccia ed i ciuffi scomposti ad effetto naturale, finendo con la coda bassa super liscia, la salvano. Il trucco quasi nude con piccole e piacevoli sfumature, contribuiscono al nostro voto finale: 7.

3. Arisa

ARISA: VOTO 7
A pari merito viaggia anche la seconda valletta di questa edizione del Festival. Occhialoni tondi e aria da svampita ormai buttati nel dimenticatoio, sono le sue generose forme adesso ad essere valorizzate. Poco ben vista con la gonna bianca a campana, dalle sembianze di una simpatica Betty Boop versione bomboniera.
Arisa ha dimostrato grande eleganza e gran portamento e, con il suo hair cut sbarazzino e l’intramontabile rossetto rosso, ha conquistato un pò tutti. Il tutore alla gamba con l’abito lungo è stato un azzardo.

4. Rocio Munoz Morales

ROCIO MUNOZ MORALES: VOTO 6
Per quanto ci riguarda, avremmo preferito di gran lunga il suo bel fidanzato ma, nonostante ciò, le concediamo la sufficienza. Semplice ed elegante, tra le tre vallette è certamente quella che spicca di più quanto a bellezza, ma la sua presenza un pò insignificante diventa quasi assenza. Tulle e veli prevalentemente rossi da tutte le parti per la bella Rocio, che non sempre ci convincono. Trucco semplice ed efficace, che risalta molto la profondità dei suoi occhi neri. Generosi, le diamo la piena sufficienza.

Sanremo 2015 - Quarta serata

MALIKA AYANE: VOTO 6½
Terza classificata, Malika è una che di Ariston se ne intende.Una gran bella canzone, un look elegante e concettuale. I capelli no, non sono affatto un bel platino di cui poter andar fieri e la simpatia non è il suo forte.
La salviamo per il coraggio di sorridere ai fotografi con l’apparecchio ai denti.

6. Irene Grandi

IRENE GRANDI: VOTO 4
Recidiva, Irene decide di non abbandonare il look da naufraga sopravvissuta tranne l’ultima sera che, seppur in un nero che somiglia al catrame di una strada appena asfaltata, svolazza con qualche piumina scarna qua e là. Carlo Conti avrebbe dovuto dire: Irene, per te stasera Sanremo finisce! Irene, bellina, almeno la prossima volta, punta pure sulle scarpe con un tacco che sia tacco… è un consiglio!

Sanremo 2015 - Quarta serata

ANNA TATANGELO: VOTO 7
Nonostante i pregiudizi e le critiche che la bella Anna sta ormai collezionando da anni, a noi la signora D’Alessio, è piaciuta. E’ stata elegante, con un viso radioso e una chioma leggera, con onde morbide e ben posate sulla spalla. L’abito dalle sembianze di un tatuaggio, è quello che ci ha conquistato più di tutti. Brava Anna!

8. Bianca Atzei

BIANCA ATZEI: VOTO 6
E’ stata definita una delle più eleganti dell’Ariston. Noi non crediamo sia proprio così, ma ci è comunque piaciuta. Dietro quel bel visino (finto) dolce, dal quale traspare un’ingenua innocenza, durante le sue esibizioni, oltre alla sua splendida e particolarissima voce, c’è qualche altra cosa che traspare: delle grandi culotte, coperte dal vedo non vedo dei veli dei suoi abiti. Se di eleganza si può parlare… la Atzei è comunque promossa!

9. Annalisa

ANNALISA: VOTO 4
Occhi di ghiaccio e gran bella voce. Quanto a look, lascia un pò a desiderare. Ci sorprende più di ogni altro, l’abito firmato Just Cavalli (se abito si può definire), direttamente dai migliori (o peggiori?) bagni di Sanremo. Si sarà talmente rilassata e lasciata andare, che nella fretta avrà preso la prima cosa che le sia capitata davanti agli occhi. Ahi ahi cara Annalisa, sei bella e brava, ma per noi… è NO!

10. Nina Zilli

NINA ZILLI: VOTO 5
Nina, quanto ce piaci! Ma questo giro, hai un pò toppato. Con il solito, ma sempre impeccabile look da perfetta pin-up (che diciamolo pure, le calza a pennello), nella passerella dell’Ariston quest’anno, c’è stata qualcosa che non ci ha convinto. Primo sassolino nella scarpa, l’abito della serata cover, che più che un abito da Festival di Sanremo, sembrava il musical di Aladino, in cui lei, ovviamente interpretava (e in quel caso sarebbe stata più che perfetta) la principessa Jasmine, figlia del sultano. Ti preghiamo Nina, la prossima volta, cerca di capire quale palco stai calcando.

11. Chiara Galiazzo

CHIARA GALIAZZO: VOTO 5
E’ la sua bella voce che ci ammorbidisce un pò. Ma queste spalle scoperte proprio non ci piacciono! Un pò più decisa la serata in cui crediamo abbia immerso la mano in una scatola piena di brillantini dorati, a mo di Art Attack, originale (?). Il rossetto scuro le valorizza un pò i tratti del viso, senza esagerare, ma i capelli così leccati non ci convincono per niente.

Sanremo 2015 - Quarta serata

LARA FABIAN: VOTO 4
Nonostante la profondità della sua voce, da vera stella della musica internazionale, Lara pare avere solo quella. Troppo antica! Sembra che il tempo per lei si sia fermato nei gran galà di secoli fa. Pur non raggiungendo la sufficienza, a Lara vanno le nostre più sincere congratulazioni per la grande emozione che la sua voce riesce a trasmetterci ogni volta.

13. Grazia di Michele

GRAZIA DI MICHELE: VOTO 4
Dalla cattedra di Amici di Maria De Filippi a voler andare ad Alghero in compagnia di uno straniero, che poi così tanto straniero non è, ce ne passa di acqua sotto ai ponti cara prof.! Così, insieme a Mauro Coruzzi (in arte Platinette), la Di Michele decide, dopo tanti anni di carriera messa un attimino in disparte, di mettersi in gioco, questa volta non da insegnante, ma da “alunna”. Grazia, va bene l’eleganza, i guanti da Principessa Sissi, ma con quegli abiti da corte e i capelli color senape ramato… per noi, sulla tua testa, incombe un cartellino rosso! Nei panni della professoressa stai decisamente meglio! Ci vediamo al prossimo serale (ti tocca promuovere tutti però!).


Potrebbe interessarti anche