Fotografia

L’equilibrio cosmico negli scatti di Herb Ritts in mostra a Milano

Valentina Garola
24 febbraio 2016
Stephanie, Cindy, Christy, Tatjana, Naomi, Hollywood 1989© Herb Ritts Foundation

Stephanie, Cindy, Christy, Tatjana, Naomi, Hollywood 1989© Herb Ritts Foundation

“Per me, un ritratto è qualcosa attraverso il quale percepisci le persone, le loro qualità interiori, ciò che le fa essere quello che realmente sono”. Con queste parole Herb Ritts, grandissimo fotografo statunitense le cui opere hanno arricchito il patrimonio fotografico degli ultimi anni, spiega la sua arte.

Herb Ritts. In equilibrio è la personale dedicata a questo grande maestro, allestita negli spazi di Palazzo della Ragione fotografia a Milano fino al 5 Giugno 2016, curata da Alessandra Mauro e promossa dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto e GAmm Giunti, in collaborazione con la Herb-Ritts Foundation di Los Angeles.

La vera storia di Herb Ritts incomincia nel 1978, quando in mezzo al deserto della California, lui e un altro giovanotto forano una gomma della loro decapottabile. Si fermano in una stazione di servizio per sostituire la ruota, Herb nell’attesa comincia a scattare delle foto al suo amico in jeans, canottiera bianca e con una sigaretta in bocca: un giovane Richard Gere ancora all’inizio della sua carriera. Proprio questi ritratti, pubblicati sulla rivista Vogue, li porteranno entrambi alla gloria.

Backflip, Paradise Cove 1987 © Herb Ritts Foundation

Backflip, Paradise Cove 1987 © Herb Ritts Foundation

Ritts diventa un rinomato fotografo di moda, ma non solo: il suo obiettivo infatti incrocia tutti i grandi dello star system del cinema, della musica e dello sport, di cui cercò di fare emergere l’anima. Un grandisse interprete degli anni Ottanta e Novanta, di cui nel tempo è diventato un vero e proprio simbolo.
Herb Ritts. In equilibrio, attraverso oltre 120 immagini in bianco e nero selezionate accuratamente, ne ricostruisce l’intera carriera, sviluppandosi in tre percorsi tematici. Il primo è dedicato ai ritratti icone di celebrità del calibro di Madonna, Michael Jackson, David Bowie, Tina Turner, Brad Pitt, Penelope Cruz, Elizabeth Taylor e molti altri. Il secondo si focalizza invece sul corpo in movimento: in questi scatti è chiaro il forte legame con la classicità greca, e l’equilibrio cosmico chiaramente percepibile tra personaggio e atmosfera; fulcro di questa sezione è infatti proprio la fotografia di 10 metri che regna al centro della stanza, esposta per la prima volta fuori dagli Stati Uniti. Il terzo percorso porta invece il visitatore a compiere un “ritorno alle origini” in Africa: il continente nero ha sempre affascinato Herb Ritts proprio per le forti sensazioni che quella terra era in grado di comunicargli.
Molto interessante, infine, la sezione separata che presenta alcuni video dei backstage del lavoro dell’artista.

Bill T. Jones, Los Angeles 1995 © Herb Ritts Foundation

Bill T. Jones, Los Angeles 1995 © Herb Ritts Foundation

La mostra è frutto di un lavoro molto importante e interessante, da vedere con uno sguardo nuovo. Le tre sezioni, cosi apparentemente lontane tra di loro, in realtà sono unite con equilibrio da un filo conduttore: la vita a contatto con una natura forte. Le immagini sono infatti “un miracolo di leggerezza e armonia, un equilibrio impossibile da mantenere, che resta impresso sulla carta fotografica”. La particolare cura nell’allestimento fa sì che lo spettatore possa entrare nell’universo di Herb Ritts.

La mostra è accompagnata dal catalogo curato da Contrasto- GAmm Giunti.

 

Herb Ritts In equilibrio
20 febbraio – 5 giugno 2016
Palazzo della Ragione Fotografia Milano,Piazza Mercanti, 1
Orari: martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 20.30; giovedì e sabato 9.30 – 22.30; chiuso lunedì. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.


Potrebbe interessarti anche