Lifestyle 2

L’espressività del legno di Ernst Gamperl

staff
3 aprile 2012

A picco sulle pareti rocciose del lago di Garda, sorge la casa-laboratorio di Ernst Gamperl, a Tremosine, un luogo semplice e, al tempo stesso, speciale.
In questa dimora-atelier, scelta e ristrutturata con la moglie Ulrike, il profumo di legno e le sculture rapiscono per la magia e la bellezza che sprigionano. Ernst si é avvicinato alla lavorazione del legno in una carpenteria di Monaco, dando vita, fin da giovane, ad una intensa storia d’amore con questa materia con la quale dialoga quotidianamente dando vita a sculture uniche.
Inizialmente Ernst sceglie legni esotici, mentre ora preferisce lavorare legni europei quali l’acero, l’ulivo italiano, il faggio e la quercia. Tutti i legni utilizzati per le sculture sono tronchi sradicati dalle intemperie, nel totale rispetto, dunque, della natura.
Ernst concepisce il suo lavoro come un dare e avere, un dialogo costante con la materia, sulla quale non desidera mai imporre una forma. Le curve naturali dei legni sono la base per l’ispirazione di Ernst che, quando lavora, si lascia guidare dall’emozione, dal sentimento e dal caso. Il motto di Louis Kahn: “chiedi al legno cosa vuole diventare” é il punto di partenza di ogni singolo lavoro.
Bordi curvi e rigonfiamenti, sporgenze e rientranze emergono dalla deformazione naturale del legno e fanno parte integrante del progetto, così come i rami e le formazioni irregolari, le fessure e le fratture che egli, consapevolmente, ripara e controlla. La forza espressiva della materia, composta da linee e colore, morbidezza e durezza, pesantezza o trasparenza é frutto del diverso trattamento delle superfici: ceratura e lucidatura, striatura o intagli. Ernst crea sculture di puro design, modellando e trattando le superfici con l’alternanza di effetti lisci e materiali grezzi. A opera completata, il vero protagonista é il tempo: solo dopo vent’anni, quando il legno si sarà completamente essicato e ritirato, l’opera potrà ritenersi compiuta.
Ogni anno un centinaio di sculture lascia la casa di Gampert per raggiungere gallerie d’arte internazionali e collezioni private.

 

Laboratorio:
Piazza San Bartolomeo 7
Vesio di Tremosine
Tel +39 0365 917 068
www.ernst-gamperl.de

 

Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche