Advertisement
Auto

Lexus LC500h: say no to impossible

Matteo Giovanni Monti
4 ottobre 2016

lc-500h

Con la nuova Lexus LC500h la linea luxury del gruppo Toyota sfida ogni limite e dice no all’impossibile.

Dopo aver ottenuto a gennaio il prestigioso premio Eyeson Design Awards, conferitole dai maggiori esperti automotive e designer del mondo per conto della NAIAS (North American International Auto Show) di Detroit, la nuova LC500h è stata presentata ufficialmente in anteprima italiana nell’ambito dei Brera Design Days di Milano.

Protagonisti dell’evento, nella cornice della Mediateca di Santa Teresa, sono stati Andrea Carlucci, amministratore delegato di Toyota Motor Italy, il filosofo Franco Bolelli e Marco Sammicheli, design curator di ABITARE. Ecco dunque cosa abbiamo scoperto su questo nuovo gioiellino, perfetta combinazione fra estreme linee di design e la più attuale tecnologia presente nel mondo automotive. Il risultato è “much more than before”.

saynotoimpossible

Il tettuccio in fibra di carbonio, i gruppi ottici a LED ultra-compatti con disegno 3D, le maniglie a scomparsa e le areodinamiche fiancate laterali definiscono l’aspetto esteriore, mentre l’aggressivo sistema di scarico cromato completa l’animo sportivo di Lexus LC500h. Gli interni, realizzati dai maestri artigiani takumi, stupiscono e rendono l’abitacolo ricco di dettagli, tra cui le raffinatissime cuciture. La propulsione ibrida marca l’animo innovativo e rivoluzionario della LC500h, nonché eleva alla massima potenza l’idea di intelligenza moderna capace di sorridere al pianeta.

Un oggetto del desiderio capace di racchiudere in sé i caratteri visionari dei designer e la “fredda” precisione degli ingegneri. Mondi, che non troppo tempo fa, trovavano un accordo esclusivamente grazie a un compromesso facendo storcere il naso ai perfezionisti. Questa volta Lexus ha raggiunto il traguardo senza rinunciare a nulla, coniugando tutto l’amore per la manufacturing engineering e quello per il car body design.


Potrebbe interessarti anche