Fashion

LFW: moda, leggende e cupcake

Laura Grampa
25 febbraio 2016

IMG_0846-2 copia

Non vado spesso a Londra, ma due volte l’anno l’appuntamento non può davvero mancare: quello della fashion week.
In quei giorni si respira una Londra diversa, meno “british” e più fashion. Le si perdona anche il tempo uggioso, perché nella metropoli inglese la pioggia non si fa mai attendere. Durante la settimana della moda la città di popola si fashioniste da tutto il mondo venute alla scoperta dei designer più stravaganti, innovativi e di grandi colossi storici del fashion system.

 

 

Partiamo dunque da Gabriel Vielma. Un’istallazione futurista e un po’ pop: uno scenario industriale spezzato da schermi che trasmettono immagini di grandi occhi manga fa da sfondo ad abiti molto street con stampe a tratti romantiche che si contrappongono a tagli e shape contemporanee e innovative.

 

Markus Lupfer rimane uno dei designer inglesi che preferisco. Il suo mood, a metà strada tra l’elegante e il casual, è adatto ad ogni occasione. Interessanti gli accessori ispirati agli anni ’60: grandi occhiali tondi, borse a mano dal sapore bon ton e stivaletti ricamati. Ricami floreali, stampe sixties e shape over sono invece i dettagli chiave per l’abbigliamento.

image1-2

 

La sfilata più emozionante è stata di certo quella firmata Vivienne Westwood. Vedere l’imperatrice del punk in passerella mi ha dato una grandissima emozione: avere proprio accanto a te una leggenda della storia della moda non può non darti un minimo di commozione (o forse sono io troppo sensibile?).
La regina del mix and match ha stupito anche questa volta con l’immancabile tartan declinato in abbinamenti più sobri del previsto, eleganti e molto cool.

 

Belstaff ha scelto una location mozzafiato, la chiesa sconsacrata One Marylebone, per presentare ben due collezioni: la “Polar Piooner” e la nuova capsule collection in collaborazione con Liv Tyler, presente all’evento e meravigliosa come sempre.

 

Se si va a Londra è impossibile non andare da Sketch, un locale che vi lascerà senza fiato. Il suo design retrò e chic, tutto colorato di rosa, è la location perfetta per shooting ma anche per stilossime selfie. Il menù è raffinato e vario, le proposte di pesce sono le migliori: da provare assolutamente il loro fish and chips, il più buono che io abbia mai mangiato. E per vivere l’esperienza a 360gradi fate una visita ai bagni, non ne rimarrete delusi.

image2-2

 

Uno dei brunch più cool è invece quello da Blixen, vicino alla city. Un locale carinissimo dal gusto shabby nature, con piante e fiori ovunque.
Lì vicino, c’è il famoso Spitafields market dove potrete trovare chicche vintage e designer locali a prezzi stracciati.

IMG_0749

 

Liberty è il mio grande magazzino preferito, la sua struttura è già unica di per sè e la sua selezione di brand è ricercata e chic; imperdibile la loro linea di accessori e le collaborazioni speciali con brand come Nike, Peter Pilotto e molti altri.

 

E se Parigi ha i macarons Londra ha i cupcakes: ne troverete in ogni angolo e persino all’interno dei negozi come Topshop. I più buoni e belli in assoluto sono quelli della catena Humminbird – il cupcake al bacon è qualcosa di unico!


Potrebbe interessarti anche