Destinazioni

Lisbona: la seducente porta d’Europa

Maria Laura Zucchini
27 aprile 2017

Lisbona è una città in grado di sedurre letteralmente i cinque sensi di una persona.

I colori vivaci dell’oceano si mescolano tutt’uno con quelli tenui del cielo conferendo all’atmosfera una luce calda, quasi magica, che sarà facilmente percepibile agli occhi di un qualsiasi visitatore.

Il fado, invece, con il suo ritmo lento e malinconico è diventato oggi patrimonio dell’Unesco ed è proprio nei vicoli di Bairro Alto e Alfama che, ancora oggi, potrete rivivere questo sentimento di “saudade” attraverso la voce popolare dei suoi più grandi interpreti nelle tante tascas e nelle casas do fado.

La vecchia funicolare e i secolari tram che percorrono le sette ripide colline su cui si snoda la città rendono il suo fascino senza tempo, così come l’atmosfera che si assapora nel distretto di Baixa, dove passeggerete tra vecchie erboristerie, mercerie e sartorie ospitate nei vari palazzi di architettura neoclassica. Qui troverete anche Nata, la celebre pasticceria in cui assaggiare i famosi “pasteis” dalla sfoglia croccante e la crema all’uovo ancora tiepida.

L’Alfama è il quartiere in cui si possono ammirare i monumenti più antichi e in cui potrete ancora respirare il sapore autentico della città tra i panni stesi e le case ricoperte di “azulejos”, le colorate piastrelle di ceramica smaltata. Sarà impossibile non perdersi tra i vicoli, rimanere incantati dal panorama mozzafiato e resistere agli appetitosi “petiscos” proposti da Pharmacia in un ambiente unico per arredamento e atmosfera.

Tra i vari quartieri, merita certamente una visita il lungomare di Belém in cui padroneggia l’omonima torre e il celebre ponte costruito sulla falsariga del Golden Gate di San Francisco. In questa zona si snodano vari musei, tra cui l’avveniristico MAAT con opere di arte contemporanea e installazioni architettoniche. A pochi passi troverete LX Factory, un vero centro pulsante per l’arte e la cultura, si tratta di un vasto complesso industriale che oggi ospita spazi dedicati ad artisti emergenti, negozi vintage e una delle librerie più imponenti al mondo. Per una sosta pranzo, calatevi tra i tanti colori e odori del Mercado da Ribeira.

Di sera, l’anima pulsante della città diventa il Bairro Alto, ricco di ristoranti con tavolini all’aperto e bar in cui potrete bere la famosa “ginja” (liquore alle amarene) e assaggiare le specialità gastronomiche del territorio. In questa zona, il “The indipendente” è i luogo ideale in cui fermarsi per un drink o gustare la cena in un ambiente giovanile e informale, è inoltre dotato di alcune suites e una grande terrazza panoramica. Se invece preferite soggiornare in una struttura più caratteristica, Hotel York House farà al caso vostro, piccolo, di charme e prediletto da tanti scrittori e artisti.

Probabilmente la vera “saudade” e nostalgia la proverete al rientro, dopo aver visitato una città così vivace, dall’animo popolare e coinvolgente che difficilmente dimenticherete!

 


Potrebbe interessarti anche