News

Louis Vuitton Masters: il ritorno delle opere prêt-à-porter di Jeff Koons

Martina D'Amelio
16 ottobre 2017

Louis Vuitton è pronta a svelare la seconda collezione di borse e accessori disegnate da Jeff Koons, ispirate ai quadri più celebri del mondo.

Dopo la prima serie che ha visto protagonisti la Gioconda di Leonardo, La caccia alla tigre di Rubens, il Campo di grano con cipressi di Van Gogh e Venere, Cupido e Marte di Tiziano in versione Gazing Ball, la peculiare tecnica di trasposizione dei dipinti utilizzata dall’artista americano, il 27 ottobre debutterà il II capitolo di Masters. E c’è da aspettarsi che scatenerà opinioni contrastanti nel mondo dell’arte e della moda, proprio come era successo a marzo 2017.

Questa volta a finire sui bauletti Speedy, sulle Neverfull, sui Keepall, sui foulard e i piccoli accessori della capsule collection saranno Ragazza distesa sull’albero di Francois Boucher, Terra deliziosa di Paul Gauguin, Colazione sull’erba di Edouard Manet, Ninfee di Claude Monet, Antica Roma di William Turner. Mentre le opere fashion con la stampa de Il trionfo di Pan di Nicolas Poussin saranno vendute in esclusiva nel nuovo store Louis Vuitton in Place Vendôme.

Ogni pezzo sarà reso unico dal celebre Monogram riletto con le iniziali di Jeff Koons – un privilegio concesso finora solo all’artista statunitense – mentre uno charm gonfiabile a forma di coniglio, la bio e il ritratto del pittore del dipinto protagonista andranno ad arricchire il packaging degli accessori in limited edition.

Opere prêt-à-porter che, non c’è dubbio, faranno ancora una volta parlare di sé.


Potrebbe interessarti anche