News

Louis Vuitton Masters: l’arte di Jeff Koons arriva in Rinascente

Martina D'Amelio
1 novembre 2017

Il capitolo II della serie Louis Vuitton Masters arriva in piazza Duomo a Milano: sarà la boutique della Maison in Rinascente ad accogliere con un pop-up permanente le nuove opera-bags di Jeff Koons.

Proprio i dipinti protagonisti della seconda collezione firmata dall’artista – Ragazza distesa sull’albero di Francois Boucher, Terra deliziosa di Paul Gauguin, Colazione sull’erba di Edouard Manet, Ninfee di Claude Monet, Antica Roma di William Turner – troneggiano alle pareti dell’esclusivo spazio al pianterreno dei grandi magazzini, mentre al centro si trovano le riproduzioni originali eseguite secondo la tecnica “Gazing Ball” dal creativo americano, che si riflettono sul pavimento blu: un vero e proprio specchio che amplifica il gioco di riflessi e punta l’attenzione sulla nuova collezione.

Perché ovviamente sono i bauletti Speedy, le Neverfull, i Keepall, i foulard e i piccoli accessori della capsule collection i veri protagonisti del nuovo pop-up milanese, resi unici questa volta dal celebre Monogram riletto con le iniziali di Jeff Koons – un privilegio concesso finora solo all’artista statunitense. L’ennesima celebrazione dell’indissolubile legame tra moda e arte per Louis Vuitton, che ora viene presentata a un pubblico sempre più vasto grazie all’opening  nei grandi magazzini milanesi. E che si appresta a diventarne la zona più fotografata, almeno fino al prossimo remake (da quando è stato inaugurato a inizio anno, il pop-up permanente di Louis Vuitton in Rinascente ha già visto modificare i suoi spazi per accogliere il primo capitolo di Masters e uno speciale allestimento dedicato alle calzature FW).


Potrebbe interessarti anche