Design

Luca Nichetto offre un caffè multiculturale

Davide Chiesa
4 marzo 2014

foto 1

Appena presentato alla Stockholm Design Week, Sucabaruca è un progetto di Luca Nichetto realizzato con la collaborazione di Lera Moiseeva per Mjölk.
Si tratta di un coffee set impilabile che nasce come melting pot di culture e influenze trasversali ed internazionali.
Veneziano ma diviso tra Italia e Svezia, Nichetto interpreta il tema del caffè filtrato che accomuna rituali quotidiani in moltissime culture e lo esprime con un richiamo formale ad Armando Testa e alla sua “Carmencita”, personaggio delle pubblicità negli anni sessanta.
L’unicità tra i componenti è il filo conduttore decorativo, espresso con le incisioni a mano sulla ceramica o con le venature sempre diverse dei vassoi in marmo e acero canadese.

foto 2

Gli elementi impilabili rivelano il lato giocoso del progetto, mentre le tre palettes di colori hanno ispirazioni molto differenti tra loro: il total white guarda allo stilista Martin Margiela, i toni pastello rimandano alle architetture giapponesi e le tonalità pop sono un tributo all’artista multi-disciplinare Jean-Paul Goude.
Con questo progetto Nichetto afferma ancora una volta la propria estetica legata al suo paese d’origine ma filtrata attraverso contaminazioni interdisciplinari, il cui risultato tende ad essere contemporaneo e formalmente stimolante.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche