#luukontour

#luukontour: arrivederci Londra

Luca Micheletto
27 agosto 2013

01

I miei otto giorni a Londra sono trascorsi velocemente, ma sono anche stati ricchi di tante emozioni e di altrettante scoperte che d’ora in poi porterò nel cuore in attesa di tornarci molto presto.
Per l’ultima giornata nella capitale britannica mi sono recato a Chelsea percorrendo la raffinata Fulham Road, costeggiata da eleganti boutique come quelle di Ralph Lauren e Stella McCartney, fino a smarrirmi nell’esclusivo concept store Joseph che presenta le collezioni di brand come Bottega Veneta, Marni e Saint Laurent accanto a marchi in grande ascesa come Charlotte Olympia, Thakoon e Jonathan Saunders.
Proseguendo lungo Fulham Road si raggiunge velocemente Brompton Road dove, dopo le vetrine di Chanel, Emporio Armani e Mulberry, si staglia in tutta la sua monumentalità il celebre Harrods.
Servirebbe almeno una giornata intera per conoscere ogni sezione di questo enorme department store, ma mi sono accontetato di un paio d’ore per avere giusto un’infarinatura, ma sufficienti a scoprire qualche interessante novità. E’ infatti quasi pronto a stupire i clienti del più importante grande magazzino al mondo il nuovo reparto dedicato all’alta gioielleria che ospiterà i corner di Boodles, Hermes, Dior, Theo Fennell, Garrard, Buccellati, De Grisogono e Faraone Mennella.

Harvey_Nichols

Percorse poche centinaia di metri sono entrato nel mondo quasi altrettanto noto di Harvey Nichols dove a colpirmi sono state sicuramente le ridotte dimensioni e l’ottima selezione di marchi presenti, mentre sono rimasto purtroppo deluso dagli allestimenti che poco trovo si confacciano ad una capitale del lusso come Londra, e che sicuramente contrastano con il lusso di Harrods o la vivacità di Selfridges.

51bistro

Tornato velocemente al 51, Buckingham Gate per cominciare a preparare i bagagli per il rientro a Milano ho approfittato del 51 Bistro per una pausa rilassante in un ambiente dalla delicata eleganza viziato con piatti cucinati con maestria.
Purtroppo il mio soggiorno londinese è terminato e così anche quello presso l’eccellente 51, Buckingham Gate dove già non vedo l’ora di tornare!

Luca Micheletto

Ps sono appena atterrato a Milano e l’impatto con l’aeroporto di Malpensa e la poca cortesia dei tassisti, oltre alla totale desolazione della città ancora chiusa per ferie, mi fanno capire quanta strada abbiamo davanti prima di diventare una grande città europea… ma amo Milano e la speranza è l’ultima a morire!


Potrebbe interessarti anche