Advertisement
#luukontour

#luukontour: di ritorno a Londra

Luca Micheletto
19 agosto 2013

993682_10151794059281187_1558708085_n

Devo ammettere che erano ormai alcuni anni che non tornavo a Londra, preso com’ero dal visitare angoli ben più remoti del mondo.
Ma la metropoli britannica ha una sorta di effetto calamita ed è impossibile restarne lontani a lungo.
Eccomi quindi ritornato in quella che considero essere a pieno titolo la capitale d’Europa, la New York del Vecchio Continente.
Vivace piazza finanziaria, vibrante metropoli cosmopolita e ricco polo culturale, Londra si conferma una delle poche città al mondo in grado di dettare tendenze che in breve tempo si diffonderanno persino nelle più remote cittadine dell’emisfero australe.
Ogni zona ha una sua specificità che la rende immancabile meta di almeno una visita: quando si torna a Londra insomma viene voglia di programmare almeno un prossimo weekend all’ombra del Big Ben per scoprire qualche via dove non siamo riusciti ad andare.
Il quartiere che più amo a Londra è indubbiamente Mayfair, così al centro della vita cittadina ma così discretamente defilato dal caos che è tipico di una grande metropoli, e così per il mio soggiorno ho scelto il 51, Buckingham Gate – un raffinato boutique hotel a pochi passi dalla residenza di Sua Maestà.
Da domani, per una settimana, ogni giorno potrete quindi seguire le mie giornate tra la visita a un museo e un po’ di sano relax in uno dei tanti parchi londinesi con molti consigli pratici per scoprire il meglio di una Londra che non si ferma mai…

Luca Micheletto


Potrebbe interessarti anche