Children's

Ma come lo vesto?

Martina D'Amelio
23 giugno 2014

publi-collage-copertina-interna

Vestire i più piccoli senza incappare in clamorose cadute di stile? Un’impresa spesso ardua. L’abbigliamento bambino con le sue svariate proposte, rischia di disorientare anche i genitori più attenti. Ecco allora alcuni fashion tips da ricordare, per uno shopping in taglie mini da copertina!

1# Bambini vestiti da bambini.
Sempre più spesso i brand propongono capi identici per genitori e figli. Il trend va seguito con moderazione: vestirsi uguali deve essere un’occasione di gioco, più che una scelta di stile. Crop-top e infradito, per quanto siano di moda tra noi adulti, non si addicono ai più piccoli.

2# Sì a colori e stampe.
L’allegria dei più piccoli è contagiosa, e l’abbigliamento bambino deve rispecchiare questa caratteristica. Sbizzarritevi quindi con le stampe, prediligendo quelle ispirate al mondo della natura. Per quanto riguarda i colori, scegliete tinte vitaminiche per t-shirt, abiti e piccoli dettagli, da smorzare in abbinamento a capi dalle tonalità più classiche come il blu, il bianco e il beige.

3# Il vero must-have? La comodità.
I capi per bambini devono essere facilmente lavabili, resistenti e adatti alla pelle delicata dei più piccoli. A questo proposito, scegliete soprattutto tessuti pratici e di qualità. Per quanto un capo possa essere fashion, il vostro bambino farà comunque i capricci nell’indossarlo se risulterà scomodo a contatto con la pelle.

4# Lo shopping online è altamente consigliabile.
Ci sono innumerevoli siti dedicati all’abbigliamento bambino dove fare affari è davvero un gioco da ragazzi. Comprando online si risparmia non solo tempo prezioso, ma anche denaro: le grandi firme praticano infatti sconti considerevoli sull’abbigliamento in taglie mini, in periodo di saldi e non.

5# Fashion, not obsession.
Vestire i bambini seguendo i trend è lecito, ma non deve diventare un’ossessione: sì quindi a un abbigliamento bambino che esalti con buon gusto la personalità dei più piccoli nelle diverse occasioni, senza costringerli in capi fuori luogo.

Martina D’Amelio


Potrebbe interessarti anche