News

Maison & Objet, un gusto tutto francese

staff
15 febbraio 2012


Anche quest’anno Parigi si aggiudica il titolo di capitale indiscussa della creatività ospitando l’edizione 2012 di Maison & Objet, la kermesse francese che esplora l’universo Moda & Casa.
Nata come Fiera dell’oggetto (e del decorativismo made in France) è ormai un appuntamento internazionale, che mette in scena le eccellenze dell’idea nello spazio espositivo di Paris Villepinte. Dai nordici agli inglesi, dagli italiani fino ai padroni di casa: chilometri di padiglioni espongono l’estro di tutto il mondo, sempre con un occhio di riguardo per il lusso.
Tappa fondamentale per ogni professionista del settore, la quattro giorni parigina del design (20-24 gennaio) riunisce arte, moda e arredamento per rinnovare le idee o modificarle. Grandi nomi incontrano nuovi talenti; stili diversi che insieme formano un mosaico di tendenze, dai mobili ai complementi d’arredo, dalla biancheria per la casa all’artigianato.
Otto padiglioni accolgono 3.000 espositori con le collezioni Primavera – Estate 2012. Le proposte per la casa soddisfano tutti i gusti: l’arredamento d’ispirazione multietnica che fa sognare paesi remoti, esotici, estremamente fascinosi; i mobili e i complementi d’arredo dalle linee classiche, rustiche in stile francese, contemporanee, che ricordano i colori della natura.
Il lusso diventa uno stile di vita con forme d’arredo del passato che riappaiono nella versione più sofisticata dettata dalle nuove tendenze.
L’importanza dell’oggetto diventa essenziale in ogni angolo della casa, come “sur la table”, dove nulla è lasciato al caso.
Accessori spa & fragranze legati al benessere per il noto marchio Culti che presenta per la sua collezione 2012 una linea nuova ed esclusiva, Mateliér, con candele dalle fragranze inebrianti, spugne morbide ed avvolgenti, eleganti plaid in cachemire, ricercati gift box che fanno viaggiare in piccoli “mondi di benessere”.
Riflettori puntati sui tessuti fatti di materiali irresistibili, effetti di trame e colori, giochi di luce e trasparenze, combinazioni mai viste prima e motivi vivaci che danno alla casa un tocco di unicità e personalità. Tra le grandi marche spiccano nomi come Hosoo, un curatissimo brand giapponese che vanta una storia pluricentenaria dal lontano 1688. Ben noto nel mondo del lusso – il famoso architetto Peter Marino lo scelse per gli store di Dior e Chanel – si caratterizza per le preziose tecniche di lavorazione come quella del Nishijin-ori utilizzata da più di mille anni per la tessitura e la colorazione di kimoni, che oggi Hosoo applica anche nella realizzazione di accessori moda (borse e gioielli) e casa (tessile per il bagno, il salotto e la camera da letto). Per Loro Piana tessuti inediti in 23 tinte unite o “double face” su base caneté dai motivi più svariati: per la sua prima collezione hospitality si ispira ai resort, alle catene e agli alberghi del mondo portando quel tocco di geniale qualità che contraddistingue sempre questa perla del lusso. Sempre Loro Piana ci sbalordisce con tappeti e moquettes in lana e cashmere ignifughi; e ancora, in cashmere i rivestimenti per letti, cuscini e divani oltre che coperte e plaid, per riscaldare le nostre giornate più fredde senza rinunciare alla sobria eleganza che li contraddistingue. Inoltre la praticità sposa l’eccellenza proponendo tessuti coordinabili tra loro e lavabili in acqua.
All’interno della struttura sono stati adibiti anche due speciali punti rivolti rispettivamente ai distributori e ai consulenti: “l’espace retail”, la nuova fonte di idee per i punti vendita, e “business lounge”, uno spazio conviviale dedicato al networking e agli appuntamenti business.
Uno sguardo anche all’ecosostenibilità nell’itinerario “Le fil vert – pour une Green Attitude”, dove sono i prodotti eco-friendly ad essere al centro delle scena.

 

Lucrezia Brunello

  • Loro Piana


Potrebbe interessarti anche