Gossip

Malawi, governo contro Madonna: Non siamo obbligati a trattarla da vip

staff
11 aprile 2013

Il governo del Malawi si è scagliato contro Madonna, accusandola di aver preteso dalle autorità un trattamento da vip durante il suo viaggio nel Paese africano la settimana scorsa. “Madonna è sicuramente una musicista di fama internazionale, ma questo non impone a nessun governo, compreso quello del Malawi, l’obbligo di trattarla come un capo di Stato”, si legge nel comunicato diffuso dal portavoce del governo di Lilongwe, Tusekele Mwanyongo. I commenti si riferiscono probabilmente ai fatti avvenuti sabato scorso, quando Madonna e i suoi figli erano stati chiesti di fare la fila insieme ad altri passeggeri in partenza da un aeroporto locale.

Il presidente del Malawi, Joyce Banda, ha inoltre criticato le dichiarazioni della cantante, la quale sostiene di aver costruito dieci scuole nel Paese. “Dove sono queste scuole?”, aveva domandato Banda in un discorso tenuto la settimana scorsa, aggiungendo che l’associazione dell’artista ha aiutato soltanto a costruire o rinnovare classi in alcune scuole esistenti. “Questo – ha affermato Banda – è un insulto per il nostro Paese. Lei non può mentire al mondo a spese nostre”. Secondo alcune fonti, la rabbia del presidente del Malawi sarebbe stata scatenata dal licenziamento di sua sorella, Anjimile Mtila-Oponyo, da amministratore delegato dell’organizzazione di Madonna, Raising Malawi.

Fonte: LaPresse/AP


Potrebbe interessarti anche