Green

Mare in Liguria, regina delle bandiere blu

Marco Pupeschi
24 giugno 2016

bandiera-blu-2

Bandiere Blu 2016: la Liguria è la regione italiana con il maggior numero di spiagge d’eccellenza, a dircelo anche quest’anno è stato la ONG danese Foundation for Environment Education (FEE). Sul podio, insieme a lei, troviamo anche Toscana e Marche.

Niente di nuovo rispetto agli anni passati, certo, così come è consueto lo stupore nei confronti di regioni come la Sicilia, la Puglia o la Sardegna, che non hanno purtroppo guadagnato i primi posti in classifica.  In compenso, la Lombardia si è incredibilmente aggiudicata una Bandiera Blu con Gardone Riviera!

monterosso-al-mare

Per la verità non ci è sfuggito che sul podio si trovino proprio quelle regioni che possono vantare una maggiore tradizione nell’industria turistica: l’agognato riconoscimento se lo aggiudicano infatti quelle località che soddisfano non solo parametri qualitativi delle acque di balneazione, ma anche per il servizio offerto, gli approdi turistici e la pulizia delle spiagge. Grande importanza è data anche alla gestione del territorio, al rispetto dell’ambiente e alla valorizzazione del turismo sostenibile.

E forse non è l’unica spiegazione: è infatti da poco stato pubblicato dall’Ispra (Istituto Superiore Per la Protezione e la Ricerca Ambientale) il “Rapporto Nazionale Pesticidi nelle Acque”, e non è confortante. Secondo le analisi dell’istituto, infatti, le acque superficiali (fiumi, laghi, torrenti) contengono pesticidi nel 64% dei 1.284 punti monitorati, mentre quelle sotterranee nel 32% dei 2.463 punti studiati. Fiumi e laghi terminano la loro corsa in mare: nessuna meraviglia, dunque, se le spiagge delle regioni dove l’agricoltura risulta essere l’attività principale, presentino un minor numero di Bandiere Blu.
Un sistema economico ecosostenibile non aiuto solo al nostra salute, ma anche la nostra economia.


Potrebbe interessarti anche