Letteratura

Maria Canella racconta la milanesità del Sant Ambroeus in un libro

Flaminia Scarpino
13 aprile 2017

È da poco arrivato in libreria grazie a Skira “Sant Ambroeus. Il dolce salotto di Milano”, il nuovo lavoro di Maria Canella ispirato allo storico bar di Corso Matteotti 7.

Dal 1936 la pasticceria Sant Ambroeus, nata dalla passione di Teresa Cattaneo, è il luogo simbolo della società meneghina, che da sempre qui si riunisce per gustare un buon caffè o i deliziosi dolci proposti.

Maria Canella, Professoressa dell’Università degli Studi di Milano, ha deciso di omaggiare l’iconico caffè milanese, che oggi compie 80 anni, con un testo che racconta la storia, i clienti, gli aneddoti, di questo “dolce salotto”, mix di eleganza, tradizione e sapori.

Già dalla copertina, che rievoca le simboliche confezioni della pasticceria, si può respirare l’atmosfera del Sant Ambroeus: un luogo diventato familiare per personaggi televisivi, intellettuali, artisti, uomini d’affari e aristocratiche signore.

«Nasce così il centro della dolcezza meneghina – scrive Maria Canella – un punto di riferimento per l’aristocrazia e la borghesia lombarda, dove all’alta scuola francese e viennese si affianca una tradizione locale che parte dall’epoca viscontea e sforzesca».

Un libro tributo che celebra uno dei luoghi simbolo della città, che tutt’oggi porta in alto il nome, sia in Italia sia nel mondo, di Milano perché «Tutt el mond a l’è paes, a semm d’accòrd, ma Milan, l’è on gran Milan».


Potrebbe interessarti anche