News

Maria Grazia Severi e Maria Grazia Cucinotta: una capsule collection per dire no alla violenza sulle donne

Valentina Nuzzi
20 novembre 2013

cucinotta

Si è tenuto oggi a Milano un appuntamento tutto dedicato alle donne, con due madrine d’eccezione: Maria Grazia Cucinotta e Maria Grazia Severi. Una collaborazione inedita che le due hanno intrapreso con determinazione in favore di una tematica delicata e più che mai attuale: la lotta contro la violenza sulle donne. Una unione dalla quale è scaturita una deliziosa capsule collection di dieci pezzi – “Maria Grazia Cucinotta for Maria Grazia Severi a sostegno di Pangea” – che ha come obiettivo proprio quello di “esaltare quella femminilità che non deve essere mortificata per paura della violenza, ma, al contrario, amplificata e portata con orgoglio per eliminare ogni stesso pregiudizio”, come dichiarato dalla stilista.

Abbiamo incontrato per voi Maria Grazia Cucinotta, che ci ha spiegato con emozione il suo impegno a sostegno dell’associazione Pangea, che da anni porta avanti con passione e determinazione, sfruttando il suo ruolo di speciale comunicatrice incrementato dalla sua visibilità mediatica e dall’affetto dimostrato dal pubblico nei suoi splendidi 27 anni di carriera.
Ciò che colpisce chiacchierando con Maria Grazia è una forte convinzione e partecipazione: l’attrice si dichiara indignata per le numerose vicende di violenza sulle donne che quotidianamente affollano le pagine dei quotidiani e inneggia alla necessità di rivedere le nozioni educative legate allo status di maschio e femmina radicate in ogni cittadino fin dall’infanzia. Fa leva inoltre sul fatto che esistono numerosi tipi di violenza, non solo fisica ma anche psicologica. Sorridendo, apporta a tal proposito l’esempio personalissimo di quando, appena trasferita a Milano, si sentiva giudicata per il suo accento siciliano – “facevo finta di essere straniera e di non capire per evitare che parlando si accorgessero del mio accento”. Parla poi dei pregiudizi sulla bellezza femminile: “tante volte mi sono sentita dire: ah ma sei anche intelligente oltre che bella! Come se fosse strano che una donna abbia qualcosa da dire al di là del suo aspetto fisico” e confessa teneramente una certa apprensione per il futuro di sua figlia (Giulia, 12 anni). Una donna coraggiosa e determinata, che, c’è proprio da dirlo, oltre ad una bellezza disarmante ha tanto, tanto da dire.

Valentina Nuzzi


Potrebbe interessarti anche